«Ho avuto un malore
eppure ce l’ho fatta»

Ai tricolori junior la comasca Elisa Pastorelli medaglia d’argento nonostante il crollo a 100 metri dall’arrivo: «Sono finita in ospedale».

«Ho avuto un malore eppure ce l’ho fatta»
Elisa Pastorelli sfiancata a terra dopo aver tagliato il traguardo

Un argento tricolore e la maglia azzurra tra le Juniores per i mondiali di novembre a Lanzarote, strappati con una grande forza di volontà e in maniera stoica.

Elisa Pastorelli è stata l’unica comasca, in tutte le categorie, a salire sul podio agli italiani di corsa in montagna. L’albavillese (19 anni) a Susa ha dovuto lottare con tutte le sue forze, per completare la gara, crollando dopo il traguardo. «Sono stata male - spiega la comasca che con l’Atletica Lecco ha perso, per un punto, il titolo italiano di società di categoria -. Ho avuto un malore a 100 metri dalla fine, e mi sono portata al traguardo a forza. Non ho potuto nemmeno partecipare alle premiazioni perché sono finita in ospedale, per un controllo».

Per fortuna niente di importante, con la diagnosi che parla di un calo di zuccheri e della disidratazione a causa del troppo caldo. Pastorelli passata la grande paura, ha potuto apprezzare la sua impresa, dimostrando di essere un’atleta di grande carattere. Quello che serve per emergere nella corsa in montagna. Un argento conquistato in questo modo, fa dimenticare l’amarezza di aver dovuto cedere la maglia di campionessa italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}