I Tricolori indoor ad Ancona Comaschi tra i protagonisti
Chituru Ali è atteso nella velocità

I Tricolori indoor ad Ancona
Comaschi tra i protagonisti

Ci sono buone speranze per la nostra pattuglia impegnata oggi e domani

La gara più veloce (60 piani) con Chituru Ali e Ruskin Molinari e la più lunga (3.000 metri di marcia) con Vittoria Di Dato ed Elisabetta Ippoliti. Senza dimenticare il doppio impegno (400 piani e staffetta 4x200) per Clarissa Boleso e la fatica nel getto del peso per Gabriele Castagna.

Sono pochi (la partecipazione, in tempo di Covid, è limitata alle eccellenze) ma buoni i comaschi che affrontano, i campionati italiani indoor Junior e Promesse, in programma oggi e domani ad Ancona. Le ambizioni per il podio passano per i velocisti Chituru Ali e Ruskin Molinari, impegnati nei 60 piani Under 23. Il primo, inaugurerà la fresca maglia delle Fiamme Gialle, puntando anche all’oro. E chissà che la finale non si possa risolvere con un derby con il turatese (Atletica Riccardi). I due prima devono passare, nel pomeriggio di oggi, nella “trappola” delle batterie.

«È la prima gara senza ostacoli indoor e Chituru si è preparato bene lavorando in modo analitico sui primi metri di accelerazione -spiega l’allenatore dell’albatese Daniele Parrilli -. Ha degli avversari più esperti ma come sempre darà il massimo per salire sul podio». Vittoria Di Dato è al primo anno nella categoria Juniores. Ma per l’oltronese (Atl. Varese) parlano i tempi sui 3.000 metri, messi a referto tra le Allieve. E proprio il crono dice che l’allieva di Vittorio Zeni ha le carte in regole per lottare per l’oro con la fresca campionessa italiana della venti all’aperto, Alessia Titone.

In gara anche Elisabetta Ippoliti, cresciuta negli ultimi tempi e brava ad intascare il pass per il tricolore (riservato solo alle migliori in campo nazionale). «Vittoria si è preparata bene ma la gara sarà sicuramente molto tosta -spiega Zeni -.E’ il primo atto di una stagione con il salto di categoria e che si preannuncia molto lunga. Ippoliti ha dimostrato che ci può stare tra le migliori in Italia».

Anche Clarissa Boleso ha il diritto di essere tra le più forti nei 400 piani. La luraghese tenterà di salire sul podio, nella gara individuale e nella staffetta con l’Atletica Lecco. Nel getto del peso Gabriele Castagna può dire la sua. Non sarà una gara facile ma l’ex Atletica Rovellasca (adesso alla Pro Patria) ha le carte in regola tra le Promesse. A proposito di ex Rovellasca, attenzione a Mattia Campi nei 1.500 Jun.


© RIPRODUZIONE RISERVATA