Il ciclismo lariano  si batte le mani
Franco Bettoni, presidente della federazione ciclismo di Como (Foto by foto Carlo Pozzoni)

Il ciclismo lariano
si batte le mani

È andata in scena a Bregnano la tradizionale premiazione di fine anno del comitato di Como.

In platea, come sempre, c’è buona parte del ciclismo comasco. Non importa se Villa Olmo, consueta sede della cerimonia, sia al momento inagibile, oppure se Villa Gallia - sede dell’amministrazione provinciale di Como - abbia costi «fuori dal budget» del comitato.

L’immancabile premiazione di fine anno di federciclismo Como c’è comunque stata, e non ha tradito le attese. Almeno 200 persone hanno partecipato infatti all’evento proposto ieri mattina nel centro civico di Bregnano, soluzione più che azzeccata vista anche la recente notizia del blocco delle attività della Puginatese, storica società ciclistica del paese che, a fine 2017, ha deciso di fermarsi. Nel parterre, ovviamente, ci sono i rappresentanti del pedale lariano.

Non solo le società campioni provinciali 2017 nelle rispettive categorie (Alzate Brianza, Giovanissimi ed Esordienti 2004; Figinese, Esordienti 2003; Calzolari da Moreno, Allievi; Canturino 1902, Juniores; Triangolo Lariano, Mtb), ma anche tanti ragazzi e, più in generale, molti appassionati di questo sport.

Gli onori di casa, ovviamente, li fa il presidente Franco Bettoni. A lui il compito di ricordare che la prossima sarà l’edizione numero 70 del Giro della Provincia di Como Allievi e che, per l’occasione, la federazione provinciale sta pensando a un arrivo sul lungolago e a una tappa lecchese tra Rogeno e Ballabio. Rivolgendosi al consigliere regionale Paolo Pioselli, Bettoni lancia l’allarme: «Riempiteci un po’ di più le casse», questo il monito, con la considerazione di quanto sia «sempre più difficile» sostenere il ciclismo in assenza di sponsor e contributi istituzionali a spiegare la richiesta.

Le foto e i nomi di tutti i premiati sulla Provincia in edicola lunedì 18 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA