Il Pashutin post Cremona   «Siamo come un puzzle»
Coach Evgeny Pashutin si rivolge alla propria squadra durante un timeout (Foto by foto Butti)

Il Pashutin post Cremona

«Siamo come un puzzle»

Il coach della Red October all’indomani dell’eclatante vittoria della “sua” Cantù a Cremona.

Evgeny Pashutin, il coach della Red October, si gode la seconda vittoria di fila e i cori che i tifosi al seguito di Cantù al PalaRadi gli hanno tributato alla fine del match contro Cremona.

Pashutin, in particolare è soddisfatto di come la squadra abbia dominato ancora una volta la sfida a rimbalzo: «Ne abbiamo catturati tanti sia contro Trento che contro Cremona - fa presente -. Vuol dire che abbiamo lavorato bene nella nostra area e anche i loro giocatori più pericolosi, Crawford e Saunders, non hanno avuto vita facile».

«Siamo come un puzzle - chiosa Pashutin -: ci vuole tempo prima di riuscire a comporne uno. I giocatori sono nuovi e anch’io sono nuovo. Devo ammettere però che questa vittoria è la dimostrazione che i ragazzi stanno iniziando a fidarsi dei propri compagni e delle proprie qualità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA