Il Pianella spinge la Briantea84  alla finalissima scudetto di Roma
L’Unipol Sai Briantea84 al Pianella contro la Santa Lucia Roma (Foto by Pozzoni/Butti)

Il Pianella spinge la Briantea84

alla finalissima scudetto di Roma

L’Unipol pareggia il conto della sfida (1-1) dopo una partita emozionante, giocata davanti a 2500 spettatori

UNIPOLSAI BRIANTEA84 66

SANTA LUCIA ROMA 65

Parziali: 21-13; 38-28; 53-49.

BRIANTEA84: Schiera, Bell 7, Santorelli 4, Ruiz 13, Sagar 7, Jama, Carossino 8, Choudhry 27. All. Bergna.

SANTA LUCIA: Papi 4, Stupenengo 11, Sanna, Di Francesco, Mehiaoui 8, Raourahi 8, Cavagnini 15, Rossetti 4, Berdun 15, Fares, Morato, Ion. All. Di Giusto.

Arbitri: Roja, Di Paolo e Bianchi.

La UnipolSai Briantea84 conquista gara tre delle finali scudetto contro il Santa Lucia Roma al termine di un incontro ricco di emozioni (66-65). Presenti al Pianella di Cucciago oltre 2.500 spettatori, tra cui il presidente della Pallacanestro Cantù, Dmitrij Gerasimenko. Nutrita rappresentanza anche di tifosi romani, mentre per i i locali numerose scuole del territorio, oltre agli Eagles Cantù e ai Pesi Massimi del Calcio Como. Ora la “bella” che assegnerà il titolo, il prossimo 28 maggio a Roma.

Emozionante la quarta e ultima frazione: Santorelli per il più sei in apertura (55-49), ma Berdun non lascia scampo con canestro e bomba per il meno uno romano (55-54). I canturini siglano un parziale di 6-1 con Ruiz e Choudhry (61-55). Papi per un nuovo meno quattro a un minuto dalla fine (61-57). Replica Choudhry con un libero 62-57, poi una tripla di Berdun per il meno due (62-60). Cantù va in lunetta con Choudhry 64-60, ma Cavagnini mette il 62. Due liberi di Carossino per il più quattro canturino (66-62), però Stupenengo mette la bomba per il 66-65 con otto secondi da giocare. Carossino sbaglia due liberi, ma sbaglia anche Berdun e Cantù vince.


© RIPRODUZIONE RISERVATA