Il saluto: Cantù si gode

l’abbraccio della sua gente

Oltre 300 tifosi al “Toto Caimi”a omaggiare la squadra biancoblù.

Il saluto: Cantù si gode l’abbraccio della sua gente
Giocatori, vari staff e dirigenti della Pallacanestro Cantù
(Foto di foto Andrea Butti)

Saluti, baci, abbracci, selfie, autografi, pacche sulle spalle, sorrisi, complimenti. Di tutto un po’. Nel senso che è stato un po’ tutto di questo il commiato della Red October dai propri tifosi - quantificabili ben oltre le 300 unità - consumatosi nella prima serata al centro sportivo “Toto Caimi” di Vighizzolo, abituale sede degli allenamenti della Pallacanestro Cantù.

All’appello mancavano il capitano Jeremy Chappell e il bomber Randy Culpepper - entrambi volati oltre oceano già all'indomani dell’uscita di scena dai playoff della squadra biancoblù avvenuta mercoledì scorso al termine di gara-3 dei quarti di finale contro l’EA7 Milano - oltre ad Andrea Crosariol.

Chiamati una alla volta sul parquet i protagonisti di questa bella stagione unitamente a staff tecnico e sanitario. Nell’applausometro virtuale, tra i giocatori il tributo maggiore è andato a Thomas davanti a Smith. Il più acclamato in assoluto è stato invece coach Marco Sodini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}