Il saluto: Cantù si gode  l’abbraccio della sua gente
Giocatori, vari staff e dirigenti della Pallacanestro Cantù (Foto by foto Andrea Butti)

Il saluto: Cantù si gode

l’abbraccio della sua gente

Oltre 300 tifosi al “Toto Caimi”a omaggiare la squadra biancoblù.

Saluti, baci, abbracci, selfie, autografi, pacche sulle spalle, sorrisi, complimenti. Di tutto un po’. Nel senso che è stato un po’ tutto di questo il commiato della Red October dai propri tifosi - quantificabili ben oltre le 300 unità - consumatosi nella prima serata al centro sportivo “Toto Caimi” di Vighizzolo, abituale sede degli allenamenti della Pallacanestro Cantù.

All’appello mancavano il capitano Jeremy Chappell e il bomber Randy Culpepper - entrambi volati oltre oceano già all'indomani dell’uscita di scena dai playoff della squadra biancoblù avvenuta mercoledì scorso al termine di gara-3 dei quarti di finale contro l’EA7 Milano - oltre ad Andrea Crosariol.

Chiamati una alla volta sul parquet i protagonisti di questa bella stagione unitamente a staff tecnico e sanitario. Nell’applausometro virtuale, tra i giocatori il tributo maggiore è andato a Thomas davanti a Smith. Il più acclamato in assoluto è stato invece coach Marco Sodini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA