Iozzia, coraggio e orgoglio Una vittoria che vale doppio
Ivana Iozzia

Iozzia, coraggio e orgoglio
Una vittoria che vale doppio

Il rientro alle gare dopo la malattia a Erba, e subito è protagonista

Un paesaggio ammantato di neve ha fatto da sfondo alle due gare di cross corto svoltesi contestualmente con la terza prova del Lanfritto-Maggioni.

L’appuntamento di Erba è coinciso anche con il rientro agonistico di Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior). L’indomita guerriera di Lurate Caccivio ha superato un’altra avversità, che la vita le ha messo di fronte, con grande coraggio, determinazione, volontà. Da ammirare. Veramente.

Ancora una volta ha sconfitto il melanoma e, pur anticipando che non avrebbe potuto dare più di tanto sul piano atletico, è stata, invece, straordinaria. Malgrado una preparazione, ovviamente, non al top ha “bruciato” i tre chilometri con una facilità estrema esplodendovi tutta la sua carica agonistica e assaporando ad ogni falcata l’ebbrezza della vittoria.

Un ritorno sfavillante contrassegnato da un vantaggio di 18”51 nei confronti dell’azzurrina di corsa in montagna Francesca Annoni (Atletica Lecco). La Ju di Guanzate ha preceduto di 7” la derviese Martina Tagliabue.

© RIPRODUZIONE RISERVATA