La “Casartelli” torna il 19 luglio  E sarà nel 25° della scomparsa
Il compianto Fabio Casartelli

La “Casartelli” torna il 19 luglio

E sarà nel 25° della scomparsa

La fondazione intitolata allo sfortunato ciclista ha ufficializzato la nuova data e Albese si sta preparando.

Quello che è certo che, anche nel 2020, la Mediofondo Fabio Casartelli ci sarà. Nel 25° anniversario della morte del campione olimpionico di Barcellona 1992, la fondazione che dello sfortunato corridore scomparso nel 1995 sul Portet d’Aspet porta il nome ha annunciato, in largo anticipo rispetto al giorno individuato, quella che è la data scelta per l’edizione numero 22 dell’evento sportivo, vale a dire domenica 19 luglio.

Tre, come del resto da tradizione, i percorsi individuati dagli organizzatori: il cosiddetto “ lungo”, con 114 chilometri da coprire e un dislivello complessivo di 1575 metri su e giù per le salite di Onno, Ghisallo e Colma di Sormano, il “medio” da 75 chilometri (606 metri di dislivello totale, con l’ascesa del Ghisallo inserita come punto più aspro da affrontare) e il “corto” da 58 chilometri (dislivello 418 metri; Onno, la salita più significativa da affrontare).

Valida quale prova del Campionato italiano per società, la Mediofondo, per il quinto anno consecutivo, sarà allargata anche alle e-bike: sul percorso corto, la Pedalata ecologica proposta dalla Fondazione Casartelli consentirà a chiunque di prendere parte all’evento, senza l’assillo di non essere in forma per affrontarlo nel migliore dei modi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA