La festa del ciclismo  Premi a Villa Olmo
Como villa Olmo premiazioni festa del ciclismo (Foto by Andrea Butti)

La festa del ciclismo

Premi a Villa Olmo

L’elenco degli atleti e delle società premiate nella mattina ta condotta dal presidnte provinciale Franco Bettoni

Trasformare la stanchezza in nuova energia, lo scoraggiamento in entusiasmo, perché il vero competitor sei tu e quando dai il meglio, nello sport e nella vita, vinci. Oggi, nel salone di villa Olmo alla cerimonia di premiazione della stagione 2018 di Federciclismo Como, hanno sicuramente vinto la passione, la grinta e l’energia di un gruppo motivato a fare del ciclismo una delle punte di diamante dello sport comasco.

Si è trattato della grande festa dedicata a tutti gli appassionati comaschi del pedale, tornata a Villa Olmo dopo l’anno di lontananza forzata per via dei lavori di ristrutturazione che hanno interessato la prestigiosa sede. In prima fila c’erano i più piccoli, sguardo vispo e argento vivo addosso, scalpitanti in attesa di ricevere il loro premio.

Subito dietro gli atleti un po’ più grandi, esordienti, allievi, juniores e così via. Tutti accompagnati da mamma e papà, telefonino alla mano per immortalare i loro piccoli campioni. Di età e specialità diverse, ma con una grande passione in comune: il ciclismo. Ad aprire le danze non poteva che essere lui, il presidente del comitato provinciale Franco Bettoni che ha fatto il punto della situazione attuale. «Sono oltre 50 anni che facciamo le premiazioni qui a Villa Olmo, a parte lo scorso anno per via dei lavori di ristrutturazione – ha esordito il presidente Bettoni – come sempre, si tratta di una giornata dedicata ai festeggiamenti dei nostri ragazzi e a tutto il movimento ciclistico. Ripenso all’ultimo mezzo secolo trascorso, ripenso alle emozioni di tutti i ragazzi liberi, stanchi ma scatenati, capaci di trasformare momenti di scoraggiamento in entusiasmo. Abbiamo la consapevolezza che il ciclismo stia diventando uno sport entusiasmante e diffuso in tutto il mondo».

L’elenco dei premiati 2018 è lungo. Si parte dai campionati italiani di paraciclismo (con i risultati di Roberta Amadeo, Riccardo Panizza, Eleonora Mele e Claudio Conforti), per passare alle bmx con la Ciclistica Olgiatese (prima sia a livello regionale sia agli italiani) e i suoi campioni regionali (Gioele Amato, Alessandro Bielli), nazionali (Andrea Fendoni e Alessandro Bielli) e al Trofeo Lombardia (Manuel Trombetta, Alessandro Bielli e Andrea Fendoni).

Passando alla strada, premiati i Giovanissimi Andrea Pierobon, Mattia Ostinelli, Beatrice Schiavolin, Daniel Botton, Luca Frontini, Valentina Sangiorgio, Simone Castelli, Michele Di Paolantonio e Nicholas Travella), gli Esordienti Luca Muscela (2004) e Riccardo Barbuto (2005), l’Allievo Francesco Vergobbi e lo Juniores Alessandro Fancellu). Le società che hanno vinto il provinciale 2018 su strada sono state Alzate Brianza (Giovanissimi), Vertematese (Esordienti 2004), Alzate Brianza (Esordienti 2005), Calzolari da Moreno (Allievi) e Canturino 1902 (Juniores).

Al Trofeo Lombardia hanno partecipato Valentino De Benedictis, Riccardo Jacopo, Andrea Pierobon, Mattia Ostinelli, Owen Pezzera, Alessio Clerici, Matteo Conte, Tommaso Re, Samuele Re, Daniel Botton, Gabriele Colzani. Riccardo Frontini, Cristian Zaccheo, Luca Frontini, Edoardo Cappelletti, Filippo Cappelletti, Andrea Roda, Alessandro Loria, Christian Nava, Luca Cassina, Nicholas Travella, Tommaso Di Paolantonio e Alessandro Velludo;

Al Lombardia Mtb Noemi Poletti, Andrea Orsini, Matteo Villa, Daniele Longoni, Sofia Giudici, Simone Quartegan, Alberto Biffi e Giacomo Villa. La Gioiosa di Turate ha vinto il premio per le società cicloturistiche, mentre sono stati premiati i regionali sprint e gimkana (Michelle Di Paolantonio (G6) e Andrea Pierobon (G1), Valentino de Benedictis al regionale sprint (G1), Cristina Tonetti (Allievi, linea e crono regionale) e Christian Proserpio (Juniores regionale su strada). Premi per i provinciali Enduro a Allocca Fiorile, Matteo Baruffi, Denir Adobati, Marco Orsenigo, Luca Fontana, Paolo Clanci, Daniele Mario Rainoldi ed Enzo Moiana; premiati i regionali Enduro Stefano Rota,m Denir Adobati, Marco Orsenigo e Matteo Baruffi. Miglior società Mtb è stato il Triangolo Lariano; sempre tra le Mtb premiati i regionali Alessandro Prina e Nicholas Travella e i provinciali Federico Colacurto, Luca Fontana, Luca Tettamanti, Andrea Seminara, Federico Spinelli, Alberto Consonni, Andrea Canal, Gianluca Longoni, Fabrizio Baggi, Vincenzo Cuccurullo, Giuseppe Acquistapace e Ferdinando Sacco. Numerosi, peraltro, anche i premi speciali, che sono andati a Roberto Venturini (miglior direttore corsa); Giuseppe Sala (Bike Cadorago) e Francesca Fundarò (Triangolo Lariano) tra i direttori sportivi; Ambrogio Carpani (giudice di gara), Ciclistica Erbese e Pedale Appianese (società); Luca Benzoni (Bmx Olgiate), Angelo Consonni (Alzate) e Fabio Frontini (Carbonate) tra i presidenti di società.

Massimo Moscardi (Corriere) per la sezione stampa; Flaviano Ossola e Paolo Redaelli (foto); Alessandro Fancellu (Club Ciclistico Canturino 1902) come atleta e ad Alice Gasparini, unica atleta professionista della provincia di Como.


© RIPRODUZIONE RISERVATA