La Libertas ancora viva  E guarda già a gara 2
PretI in azione con la maglia della Libertas

La Libertas ancora viva

E guarda già a gara 2

Dopo la sconfitta in gara 1 a Bergamo nella semifinale per la promozione in SuperLega.

Il sogno, in fondo, è ancora lì, a portata di mano. Certo, la sconfitta per 3-1 all’esordio delle semifinali valide per l’accesso alla SuperLega è un mezzo passo falso; altresì vero, però, che gara 2 e gara 3 sono fatte proprio per sovvertire il pronostico e, chissà mai, agganciare una finale che avrebbe davvero del miracoloso. Specie osservando le diverse forze in campo e, soprattutto, i budget del tutto differenti tra Cantù e le altre tre contendenti alla massima serie di pallavolo maschile.

Il primo round del match tra Olimpia e Cantù, purtroppo, non ha sorriso ai canturini. Nonostante il vantaggio iniziale (24-26), la squadra di coach Luciano Cominetti ha infilato da lì in poi una serie di errori e, complice una minor efficacia in fase di battuta, gli avversari bergamaschi hanno avuto la possibilità di chiudere a loro favore i successivi tre set, portandosi avanti 1-0 in questo inusuale quanto affascinante derby d’alta quota.

Il tempo per rifarsi c’è. Prossima tappa: lunedì di Pasquetta, al Parini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA