La Libertas è spalle al muro
Ma ha voglia di provarci

La squadra di Battocchio è ancora acciaccata e torna in casa per sfidare Kemas Lamipel Santa Croce

La Libertas è spalle al muro Ma ha voglia di provarci
Matheus Motzo va a caccia dei 300 punti in campionato
(Foto di Cusa)

È una sfida ad alta intensità quella programmata alle 18 di oggi al PalaFrancescucci, dove una Pool Libertas in cerca di condizione affronterà la Kemas Lamipel, formazione che dopo lo stop da Covid-19 ha incassato settimana scorsa una sconfitta al quinto set in casa contro Brescia, vincendo poi 0-3 a Siena nel recupero di metà settimana.

«Loro sono in forma»

«Santa Croce – dice l’allenatore di Cantù, Matteo Battocchio - ha disputato due partite questa settimana; essendo appena rientrati dal Covid, sono andati in crescendo sia di condizione sia di livello di gioco. Sono stati in grado di recuperare dallo svantaggio di 0-2 e andare al tie-break con Brescia, e non è mai così semplice fare questo, soprattutto quando sei fermo da un po’. Ciò dimostra che probabilmente c’era un po’ di ruggine da scrollarsi di dosso. A Siena, invece, hanno dominato una partita senza storia. Possiamo dire, quindi, che sono già discretamente in forma. Tra tempo di guarigione e tempo per ritrovare la forma prima di giocare, hanno potuto sicuramente trovare la quadra e, di conseguenza, arrivano da noi in buone condizioni».

Ancorché all’andata finì con un 2-3 in favore della Libertas Cantù, Santa Croce era allora ed è a maggior ragione oggi una formazione da non sottovalutare. Cantù, di contro, tra infortuni, Covid-19 e altre vicissitudini ha l’assoluta necessità di ritrovare gioco e morale, con l’obiettivo salvezza ben stampato in testa.

«Santa Croce – prosegue il tecnico canturino – è una squadra che ha un ritmo di gioco molto importante, un palleggiatore che fa viaggiare la palla con molta abilità ed è bravo a variare i punti di attacco del suo team. Nelle ultime gare hanno mostrato tante belle cose anche a muro e in difesa. Tra le loro individualità spiccano battitori importanti come Fedrizzi e Colli, e se aggiungiamo questo alla loro buona fase di muro-difesa, il quadro della loro fase break è presto delineato».

Al bando giri di parole, oppure frasi di circostanza, per la Libertas è venuto il momento di aggrapparsi a ogni singolo punticino in palio per mettere fieno in cascina. Non ci sono calcoli da fare, ma soltanto piccoli passi in avanti da compiere per arrivare al traguardo di fine stagione.

«Una gara molto tosta»

«Sarà una gara molto tosta, perché noi stiamo facendo un percorso diverso dal loro a livello fisico, spingendo tanto in sala pesi per ritrovare lo smalto e approfittando dei rientri per poi giocarci tutte le nostre carte al meglio nell’ultimo mese e mezzo di campionato. Sarà sicuramente un match in cui sarà complicato stare dietro al loro ritmo e dovremo essere bravi a mantenere la lucidità, senza farci prendere dall’enfasi del singolo momento o della singola azione. Dovremo essere un po’ più maturi rispetto alle ultime gare nella gestione e dell’accettazione del momento e di quello che succede in campo», conclude Battocchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA