Laganà: «Bella realtà, Trento  Progetto che parte da lontano»
Marco Laganà

Laganà: «Bella realtà, Trento

Progetto che parte da lontano»

Sul suo blog “Mooalala”, il giovane play dell’Acqua Vitasnella introduce la sfida di domenica.

«Domenica giocheremo a Trento. Una partita delicata, che dovremo cercare di vincere perché purtroppo siamo a soli due punti dall’ultimo posto, cosa inaspettata per noi dopo l’arrivo di giocatori di un certo calibro». Ecco ciò che tra l’altro scrive sul proprio blog “Moolala”, il play dell’Acqua Vitasnella - attualmente alle prese con la rieducazione posti infortunio - Marco Laganà.

«Ne voglio approfittare per fare dei super complimenti alla Dolomiti perché ha fatto qualcosa di magnifico in coppa, sfiorando un sogno che apparteneva a tutta l’Italia del basket - puntualizza Laganà-. Spero che tutti voi abbiate fatto il tifo per loro in Eurocup. Ma questa è una cosa che parte da molto lontano. Trento ha creduto nel suo progetto, lo ha portato a compimento. Cinque anni fa era in B1, due anni fa in A2 ci ho giocato contro quando ero a Biella e molti dei ragazzi di questa squadra c’erano già (Pascolo, Forray, Baldi Rossi, Lechtaler...). Veramente una bella realtà».

«Se loro sono all’apice della loro storia cestistica, non si può dire lo stesso di noi - constata -. Purtroppo le sconfitte non aiutano e spero che i miei compagni riescano a trovare grande forza per reagire. Non è stato un periodo facile anche per i nostri tifosi. Purtroppo, a soli 39 anni un ragazzo degli Eagles che a luglio si sarebbe dovuto sposare ha avuto un incidente sul posto di lavoro e ci ha lasciato. Spero vivamente che possa passare questo brutto periodo e si possa tornare a gioire già da domenica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA