Leunen abbraccia Cantù  «Casa mia in anni felici»
Maarten Leunen a Cantù

Leunen abbraccia Cantù

«Casa mia in anni felici»

Domani al Pianella con la maglia di Avellino ci sarà un giocatore che con Cantù ha giocato più di 190 partite, centrando in cinque stagioni sempre l’accesso ai playoff.

Playoff culminati con due semifinali ed una finale (20 vinte e 23 perse il suo record personale in post season), oltre alla Supercoppa vinta a Rimini e a due partecipazioni all’Eurolega, una arrivando in Top 16. Chiaro che si stia parlando di Maarten Leunen, al suo primo ritorno da avversario al Pianella.

«Mi chiedete - ci dice “Martino”, che chi scrive faticherà molto a vedere come avversario - se sarò emozionato? Certamente, lo sono già un po’ da qualche giorno se ci penso. Sarà strano, una nuova esperienza quella di ritrovarmi dall’altra parte del campo nel palazzetto che è stato casa mia per cinque anni».

Leunen è ovviamente al corrente del recentissimo cambio di proprietà della Pallacanestro Cantù: «Annate “grandi” per me; e sono molto grato ad Anna Cremascoli e alla sua famiglia: sono sempre stati miei sostenitori, un periodo bellissimo. Probabilmente era venuto il tempo per questo cambio di proprietà, l’importante è che possa continuare la grande tradizione cestistica di Cantù».

L’intervista integrale sull’edizione de La Provincia in edicola domenica 15 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA