L’ex Ortner non si fida di Cantù  «Hanno talento e sono pericolosi»

L’ex Ortner non si fida di Cantù

«Hanno talento e sono pericolosi»

Il centro austriaco della Reyer Venezia sulla serie di playoff tra l’Umana e la Vitasnella.

Un problema al nervo sciatico ha caratterizzato la fase terminale della regular season per quanto riguarda Ben Ortner, pivot della Reyer Venezia. Ma ora l’ex centro canturino sembra aver risolto questo guaio di natura fisica accingendosi a giocare da protagonista la serie dei quarti di finale playoff che inizia martedì con gara-1 al Taliercio.

«L’imperativo è dimenticare cosa è successo in regular season, quindi la doppia vittoria contro Cantù non conta più - osserva il lungo austriaco -. In una serie al meglio delle cinque gare può succedere di tutto, quindi pensiamo a una partita alla volta. Conterà tantissimo la condizione, chi sta bene recupera più velocemente. Ma la Reyer è ben allenata e siamo tutti pronti ed entusiasti di iniziare».

«Cantù è sempre stato un campo molto caldo - aggiunge pensando a gara-3 -, ma noi ci andremo con grandi motivazioni perché ci giochiamo qualcosa di importante. Tra l’altro, vincere là almeno una partita ci darebbe una spinta in più. Attenzione, tuttavia, perché i nostri avversari sono molto pericolosi perché hanno tanto talento. La nostra sfida sarà difendere insieme e non farli giocare di squadra».


© RIPRODUZIONE RISERVATA