Libertas, brutto ko  Flop con il Club Italia
COACH COMINETTI (Foto by Fabrizio Cusa)

Libertas, brutto ko

Flop con il Club Italia

«Non difendiamo niente. La partita potrebbe essere raccontata anche solo così». Luciano Cominetti a fine partita un fiume in piena

La botta è di quelle che si sentono. Un 3-1 al cospetto di una squadra giovane, il Club Italia Crai, con una partita affrontata con il piglio sbagliato e un solo set, il secondo, nel quale Cantù ha provato a imporre il suo gioco (19-25).

«Non difendiamo niente. La partita potrebbe essere raccontata anche solo così». Luciano Cominetti è un fiume in piena: «Abbiamo buttato via – dice - la possibilità di recuperare un

sacco di punti. Quando tocchiamo una palla vagante non si sa mai dove va

a finire. L’altra squadra la alza perfetta per tirare e fare punto. Nel nostro

campo, invece, la difesa è sempre un terno al lotto. Lavoreremo ancora tanto sul muro e sulla difesa. Dobbiamo trovare una correlazione migliore tra questi due fondamentali. Così non va». Il 3-1 subito a Bracciano è stata una doccia fredda davvero inaspettata.« Il Club Italia ha giocato come sapevamo. Spiegatemi perché abbiamo lasciato cadere tutti quei pallonetti. Possibile che solo i mei giocatori si spengono dopo un’azione?», attacca.Il coach parla anche del ricorso alla panchina. «Ho provato a dare una scossa, ma non c’è stata. Non si può avere paura di giocare. Quello che oggi mi fa più male sono i buchi clamorosi in difesa. Voglio una squadra che lotta su tutti i palloni», chiude.


© RIPRODUZIONE RISERVATA