Lo sbarco negli Emirati della Pallacanestro Cantù
Paolo Avantaggiato (a sinistra) e Andrea Mauri a destra

Lo sbarco negli Emirati
della Pallacanestro Cantù

La società è stata invitata al 27° “Dubai Basketball International Championship”, prestigiosa vetrina araba

l nome della Pallacanestro Cantù è arrivato fino agli Emirati Arabi Uniti. Il vice-presidente Andrea Mauri, unitamente all’operations manager, Paolo Avantaggiato, grazie allo sponsor tecnico Macron, sono stati infatti invitati al 27° “Dubai Basketball International Championship”, incontrando nella cerimonia ufficiale di presentazione, Ahmed Bin Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, che ricopre l’incarico di presidente della federazione degli Emirati Arabi Uniti nonché quello di presidente della federazione araba di pallacanestro, che comprende ben 22 paesi dell’area mediorientale.

I dirigenti di Cantù hanno voluto donare al presidente e al suo vice due maglie ufficiali. Nel frattempo, con una serie di riunioni, si sono poste le basi per una cooperazione destinata a svilupparsi ulteriormente nei prossimi mesi.

«È stata una occasione preziosa - commenta Mauri - per stabilire una partnership con una realtà cestistica in grande crescita e per organizzare una serie di incontri di natura sportiva e commerciale. Gli Emirati Arabi Uniti sono un importante mercato di riferimento per molte aziende del nostro territorio e quindi in proiezione futura dovremo pensare a uno sviluppo del nostro marketing in questa direzione. Vorremmo creare una rete di contatti che possano essere utili ai nostri sponsor, in modo che, sostenendo la Pallacanestro Cantù, possano incrementare anche il loro business».


© RIPRODUZIONE RISERVATA