«Messina è il più bravo di tutti  Orgoglioso di essere il suo vice»

«Messina è il più bravo di tutti

Orgoglioso di essere il suo vice»

Pino Sacripanti si confessa dopo la nomina ad assistente allenatore della Nazionale.

«Mi fa enormemente piacere fare l’assistente a Ettore Messina perché è il più bravo di tutti. Non lo dico per piaggeria, ma è quello che ha dimostrato, che sta facendo e che ha sempre fatto. La circostanza che mi abbia chiamato per poter fargli da vice è motivo di profondo orgoglio nonché di grande crescita professionale».

Pino Sacripanti, 46 anni, canturino, da qualche giorno è entrato ufficialmente a far parte dello staff tecnico della Nazionale maggiore. Della quale sarà il numero, dietro - appunto - a Messina. Undici anni di fila alla guida della Nazionale azzurra Under 20 hanno evidentemente pesato sulla decisione della federazione. Perché intanto Sacripanti è diventato l’allenatore europeo con più medaglie vinte ai campionati continentali di categoria (un oro, un argento e bronzo) e perché, appunto, la sua candidatura è stata supportata dai risultati.

«Un tale curriculum credo abbia inciso - confessa - ma comunque un ringraziamento credo debba andare alla presidenza federale che mi ha sempre supportato lungo tutto il percorso e che mi ha fortemente voluto anche in questa occasione».

Ma c’è dell’altro. «Sia Ettore Messina sia il presidente Gianni Petrucci hanno voluto che mantenessi la responsabilità dell’Under 20 per più anni - confida -. E anche questo incarico mi riempie di soddisfazione. Avrebbero anche voluto che continuassi a svolgere il ruolo di capo allenatore ai prossimi Europei di categoria ma poi l’impegno si andava ad accavallare con la preparazione della Nazionale maggiore e quindi mi sono limitato a mantenere la responsabilità, avendo al fianco l’intero mio staff tecnico al quale si aggiunge Maurizio Buscaglia (l’allenatore della Dolomiti Trento, ndr) che sarà il coach».

L’intervista completa sulla Provincia di venerdì 18 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA