Monguzzi (Libertas) non ha dubbi «Il PalaFrancescucci è il massimo»
Dario Monguzzi, capitano della Libertas Cantù (Foto by Cusa)

Monguzzi (Libertas) non ha dubbi
«Il PalaFrancescucci è il massimo»

Il capitano di Cantù promuove la nuova casa dei brianzoli

Dopo una gara durata più di due ore e il giorno in più di riposo concesso ai suoi, coach Matteo Battocchio ha richiamato la sua truppa in palestra soltanto martedì. «Ricominciamo, riprendiamo ad allenarci e pensiamo subito alla prossima gara contro Santa Croce» è la strada indicata dal capitano Dario Monguzzi ai suoi compagni, felice di ri-giocare per la seconda volta consecutiva al PalaFrancescucci, la nuova “casa” di Cantù.

Dall’altra parte della rete ritroverà Gabriele Robbiati, centrale che alla Libertas ha giocato ben sei stagioni, l’ultima della quale è stata la 2018-2019, prima del trasferimento a Lagonegro. «Robbiati è prima di tutto un amico. Da parte nostra, cercheremo di prendere tutto quello che c’è stato di positivo nella partita contro Taranto; le cose positive sono state sicuramente più numerose di quelle negative», continua.

La sconfitta all’esordio a Casnate con Bernate, in questo senso, non deve scoraggiare: i canturini sono determinati per sfruttare al massimo la loro nuova tana: «Si tratta di un impianto veramente perfetto. E’ un po’ un gioiello, sembra fatto ad hoc per la pallavolo», commenta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA