Ruga ha il tricolore sul pettorale Che peccato per Bassi e Copetti
Michele Ruga, trialista di San Siro

Ruga ha il tricolore sul pettorale
Che peccato per Bassi e Copetti

Titolo italiano per il trialista di San Siro. Gli altri due comaschi lo sfiorano

Al Santuario della Madonna della Guardia, in provincia di Genova, si è conclusa la stagione del campionato italiano trial 2019 con una delle prove più belle di questa stagione. Un percorso impegnativo e dodici zone davvero degne di un tricolore.

Anche in questa stagione i piloti della provincia di Como si fanno onore vincendo un titolo tricolore nella categoria TR3 grazie al pilota di San Siro Michele Ruga, ma i comaschi nell’ultima gara rischiano di fare il colpaccio con altri due trialisti che alla fine chiudono al secondo posto.

Basta un secondo posto a Michele Ruga (Scorpa) per vincere il titolo tricolore nella TR3, ma a dare un importante contributo al lariano del moto club Monza ci pensa un altro comasco, Luca Poncia, che vince la gara tenendo lontano dalla vittoria l’altro contendente al titolo, il bergamasco del Mc Lazzate Matteo Bosis (Trrs), che chiude quarto.

I titoli mancati nell’ultimo round sono quello della classe 125, dove Cristian Bassi (Beta) fatica a entrare in partita con Valentino Feltrin (GasGas) e il 5° posto di Genova sottolinea anche la tensione di questo giovanissimo pilota che senza dubbio ci riproverà il prossimo anno.

Il secondo titolo sfumato è quello della classe TR2, dove a Manuel Copetti, comasco del Lazzate in sella alla Trrs, il secondo posto alle spalle di Piardi non basta per arrivare a cucirsi la coccarda tricolore sul pettorale. Possiamo tranquillamente dire che Copetti ha perso il titolo nella trasferta di Tolmezzo dove ha chiuso quinto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA