Nasraoui, c’è la Nazionale  «E voglio arrivare in Wnba»
Meriem Nasraoui, 18 anni

Nasraoui, c’è la Nazionale

«E voglio arrivare in Wnba»

La diciottenne di Mariano alla sua prima convocazione con la squadra azzurra senior. «Non ci credevo».

BASKET

«Quando mi hanno detto che ero convocata in Nazionale, all’inizio non ci credevo. Ho dovuto riflettere per cinque minuti per capire che era vero. A quel punto ho chiamato subito mia mamma per darle questa grande notizia». Sprizza ovviamente gioia Meriem Nasraoui: la 18enne di Mariano Comense è stata infatti convocata per la prima volta nella Nazionale maggiore.

La prima notizia in realtà è che, dopo diversi mesi di lockdown cestistico, si svolge un raduno di una Nazionale di basket. Un avvenimento quindi particolarmente significativo. Alla sua prima uscita, il nuovo c.t. Lino Lardo ha dunque convocato 28 giocatrici che, per rispettare il protocollo sanitario, sono state divise in due gruppi di lavoro: dal 3 al 5 (ed è il caso di Nasraoui) e dal 5 al 7 agosto, sempre all’Acqua Acetosa di Roma.

Continua così l’escalation di Nasraoui che negli ultimi tre anni, dopo aver lasciato le giovanili di Mariano per trasferirsi a Costa Masnaga, si è laureata due volte campione d’Italia e due volte campione d’Europa. Anche nella prossima stagione giocherà nel Basket Club Bolzano in serie A2, in doppio tesseramento da Costa per disputare con le lecchesi la fase finale dell’Under 20.

«Non me l’aspettavo di essere convocata in Nazionale ed è una grandissima soddisfazione - commenta Nasraoui -. Però lo vedo come un punto di partenza». Per andare dove? «Per arrivare fino alla Wnba (la risposta femminile alla Nba, ndr). È tantissimo, lo so, e io non ho ancora fatto niente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA