«Nel caso, a noi tutti serviranno almeno tre settimane»
Fabio Taiana (a sinistra), preparatore della Libertas Cantù di pallavolo maschile

«Nel caso, a noi tutti serviranno
almeno tre settimane»

Fabio Taiana, il preparatore della Libertas Cantù di A2: «L’obiettivo è mantenere tono e volume dei muscoli».

«Mantenersi in forma è sempre doveroso, non soltanto in questo momento di emergenza. È importante per la propria salute, non unicamente ai fini del gioco».

Fabio Taiana, preparatore atletico della Pool Libertas, pensa alla sua squadra e a quel campionato alla cui ripartenza è legata tutta la fase di mantenimento della forma dei giocatori: «Questo prolungato stato di fermo e la conseguente chiusura delle palestre – inizia Taiana - ci ha obbligati a correre ai ripari come meglio potevamo. La ripresa del campionato rimane a oggi ancora un’incognita e noi in ogni caso dobbiamo essere pronti a ricominciare».

I giocatori, come del resto tutti gli altri, sono a casa. In attesa di sapere cosa accadrà alla loro stagione, quella di serie A2, i ragazzi di coach Luciano Cominetti hanno l’esigenza di non perdere tono per evitare che, qualora il campionato riparta, loro siano pronti per il rush finale. In ballo, del resto, c’è la permanenza nella categoria.

«L’obiettivo del lavoro è quello di mantenere tono, volume del muscolo e non abbassare i livelli di forza. Gli atleti più bisognosi, e che hanno a disposizione tutti gli attrezzi, devono sfruttare questo momento di pausa per aumentare la massa muscolare», prosegue..

«Per quanto riguarda l’alimentazione, lo staff ha espressamente chiesto alla squadra di non sgarrare e di continuare a seguire le indicazioni date dalla nostra dietista», sottolinea Taiana, che chiude il suo ragionamento pensando a un finale di stagione che, in effetti, potrebbe anche non essere: «Su un’ipotetica ripresa del campionato, se mai avverrà, chi di dovere dovrà lasciare almeno 3 settimane di tempo per preparare al meglio la ripresa con un lavoro più specifico per evitare eventuali infortuni», conclude.


© RIPRODUZIONE RISERVATA