«Niente notturna ma non molliamo»
Micol Cattaneo, presidente dell’Atletica Rovellasca, è stata un’ottima ostacolista

«Niente notturna
ma non molliamo»

Intervista con Micol Cattaneo, presidente dell’Atletica Rovellasca.

Anche il più classico degli appuntamenti dell’estate dell’atletica leggera comasca, non si disputerà, a causa della pandemia di coronavirus.

«Purtroppo, a malincuore, abbiamo deciso di non organizzare le tre serate della “Notturna di Rovellasca”. Troppe le incognite ed è meglio rimandare al prossimo anno». Ad annunciarlo, con comprensibile amarezza, è Micol Cattaneo, ex ostacolista (38 anni compiuti il 14 maggio), che nel 2008 ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino, e adesso presidente dell’Atletica Rovellasca, la più “antica” società comasca, affiliata alla federazione dal 1969.

Un record in provincia. «Siamo orgogliosi e nello stesso tempo ci sentiamo responsabilizzati -risponde la numero uno in casa rossoblù -. E che ci mette alla guida del movimento provinciale».

Lei ha preso il posto nel 2017 dello storico presidente Enzo Campi, “al comando” sin dalla fondazione della società. Un compito importante.

«Ero consapevole che non sarebbe stato semplice, anche alla luce di una persona come Campi, che è il simbolo della nostra società. In questi anni mi sono resa conto che fare il presidente è un lavoro impegnativo, anche se ricco di soddisfazioni».

L’anno scorso la grande festa per i primi 50 anni, adesso il dramma della pandemia.

«Una situazione nuova e che ha richiesto un surplus di impegno, anche fuori dai campi agonistici. Stiamo muovendo proprio in questi giorni i primi passi per la ripresa dell’attività, dopo due mesi di stop assoluto. Gli allenatori e i ragazzi sono stati bravissimi, tenendosi in contatto e in forma, con gli allenamenti attraverso i social e la tecnologia. Ma mancava l’atletica vera».

L’intervista integrale sulla Provincia di martedì


© RIPRODUZIONE RISERVATA