La Libertas adesso c’è

«Non eravamo spariti»

All’indomani dell’1-3 ottenuto fuori casa contro la Pag Taviano, Massimo Redaelli, assistente allenatore della Pool Libertas, elogia la sua squadra

La Libertas adesso c’è «Non eravamo spariti»
ESULTANZA LIBERTAS VOLLEY
(Foto di Fabrizio Cusa)

Ha vinto la squadra, quella stessa squadra che sembrava fosse sparita nelle prime giornate e che, invece, c’è». All’indomani dell’1-3 ottenuto fuori casa contro la Pag Taviano, Massimo Redaelli, assistente allenatore della Pool Libertas, elogia la sua squadra. Dopo alcune settimane di «incertezze e tensioni», infatti, i ragazzi hanno saputo sorpassare l’iniziale momento no e trovare la quadra per rilanciare il loro ruolo nel girone Blu di Serie A2. «Società, staff e squadra hanno tenuto duro», commenta e, ancorché la consapevolezza che «il cammino è ancora lungo» sia ben impressa nella testa di tutti, «il segnale lanciato» con il quinto set contro Bolzano e, ancor più, con la vittoria di domenica pomeriggio nel Salento lascia ben sperare di qui in avanti. Domani, peraltro, al Parini arriva la Monini Spoleto, una vera e propria corazzata per la categoria attualmente in seconda piazza dopo aver battuto nell’ultimo turno del torneo la Caloni Agnelli Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}