La Libertas dei giovani

Esordio di Baratti

«Qualche errore l’ho commesso, forse per un po’ di tensione. Tutto sommato, però, mi sono visto bene»

La Libertas dei giovani Esordio di Baratti
mirko baratti
(Foto di Fabrizio Cusa)

Il suo ingresso è arrivato nel momento clou del match. Un finale da vivere tutto d’un fiato, con l’emozione di veder passare dalle proprie mani palle decisive e il disappunto quando qualcosa non è andato come avrebbe dovuto. Mirko Baratti, che della Pool Libertas è il secondo palleggiatore, è soddisfatto. Tre punti, contro Bolzano, non avrebbero fatto male. Averne presi due, soprattutto quando le cose sembravano mettersi ancora una volta al peggio, è comunque motivo di gioia. «Dopo i primi due set – dice – ritenevamo più che concreta la possibilità di guadagnare i tre punti. Questo, nonostante i nostri avversari stessero mettendoci il massimo, senza mollare. Purtroppo ci è mancata la necessaria lucidità per concretizzare. Alla fine, però, abbiamo portato a casa la vitttoria. Questo ci fa bene e ci tira sù il morale». Un po’ di autocritica da parte di Baratti ci sta. «Non sono stato al 100% né sotto il profilo fisico, né a livello tecnico. Qualche errore l’ho commesso, forse per un po’ di tensione. Tutto sommato, però, mi sono visto bene», commenta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}