La Tecnoteam scalda il motore
«Il gruppo ha una marcia in più»

È la vigilia di gara due della semifinale, parla il presidente Crimella

La Tecnoteam scalda il motore «Il gruppo ha una marcia in più»
L’esultanza delle giocatrici della Tecnoteam
(Foto di Cusa)

«È veramente un peccato che una delle due debba uscire».

Graziano Crimella, presidente della Tecnoteam di Albese con Cassano, plaude alla vittoria in trasferta della sua squadra e, al contempo, invita a non anticipare giudizi affrettati sulla Cremona che domani arriverà ad Albese con Cassano.

A partire dalle 21, al Pedretti ancora chiuso al pubblico si giocherà l’ultima semifinale di serie B1 di pallavolo femminile, gara di ritorno dalla quale dipenderà il nome dell’ultima contendente al passaggio in A2.

Di fronte, ancora una volta, due corazzate. «Sono una bella squadra» ammette Crimella parlando dell’Esperia vista all’andata. «Sono partite fortissimo. Ce lo aspettavamo», sottolinea ricordando il primo set nel quale Cremona è andata molto avanti, per poi essere ripresa nel finale e battuta ai vantaggi da Albesevolley.

«E’ stata una bellissima partita», prosegue guardando a un 1-3 inaspettato alla vigilia, ma comunque assolutamente meritato da una Tecnoteam che, eccezion fatta per il terzo set, è stata praticamente perfetta. «Merito a tutta la squadra, ma non è ancora finita. Dobbiamo affrontare la partita di ritorno con lo stesso spirito», è la richiesta di un presidente che, a un passo dai 50 anni dalla fondazione del club (che si festeggeranno nel 2024), insegue una promozione mai vicina come questa volta.

«Il risultato dell’andata è importante, ma aspettiamo a trarre conclusioni», dice Crimella cercando quella tranquillità d’animo che difficilmente si può avere quando la posta in palio è tanto alta.

Il pensiero a questo punto della stagione non può che essere rivolto alle sue ragazze che, nel corso del campionato, hanno di fatto inciampato due volte soltanto nel derby tutto lariano contro Lecco, lasciando alle avversarie soltanto le briciole.

Domani, contro Cremona, la differenza la dovrà fare il collettivo, quel gruppo apparso così affiatato proprio nell’andata contro l’Esperia e che il presidente richiama a valore aggiunto del suo organico: «E’ tutto l’anno che sono compatte, anche fuori dal campo. Si aiutano davvero tutte. Mai come quest’anno il gruppo è la forza più importante di questa squadra», conclude Crimella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True