Serie A2, De Nardi e la Tecnoteam
«Con Catania sarà una bella gara»

La squadra di Albese è già concentrata sull’ultima sfida del girone di andata

Serie A2, De Nardi e la Tecnoteam «Con Catania sarà una bella gara»
Giulia De Nardi (Tecnoteam)
(Foto di Cusa)

«Ce la siamo giocata». Giulia De Nardi, che a Mondovì era proprio nella stagione 2020-2021, sapeva molto bene che quella del penultimo turno d’andata non sarebbe stata una passeggiata di salute.

Attualmente seconda a -1 dalla capolista Cda Talmassons, l’Lpm Bam è infatti una formazione tosta, con alle spalle una società seria e una città che, in sostanza, è un tutt’uno con la sua squadra di volley.

Tornata in Piemonte

Tornare in Piemonte, e farlo da avversaria, per l’atleta di Conegliano Veneto classe 1994 non è dunque stato facile, con tutto un contorno di emozioni ad abbracciarla prima e dopo la gara, vissuta da protagonista in campo ancorché dalla parte opposta della barricata.

«A Mondovì tutti quanti mi conoscono, tutti quanti mi vogliono bene e io voglio bene a loro», racconta con gli occhi di chi, al di là della sconfitta rimediata, ha provato fino alla fine a fare lo sgambetto alla sua ex squadra, senza tuttavia riuscirci come invece avrebbe voluto.

«Ce la siamo giocata, abbiamo fatto bella figura. Penseremo alla prossima», continua ripensando a ciò che avrebbe potuto essere e che, invece, non è stato. Un 3-1 comunque giocato dalla sua Tecnoteam, che però non è stata in grado di approfittare dei momenti di difficoltà dell’avversario per incidere nell’inerzia del match, facendolo girare a proprio favore.

«L’unico rammarico, forse, riguarda il secondo set. Potevamo portarcelo a casa, avevamo un bel vantaggio ma, sul 10-17, ci siamo un po’ perse», ammette ricostruendo la rimonta che ha consentito all’Lpm Bam di passare sul 2-0 invece che di subire il pareggio ospite.

Dopo un terzo set maiuscolo, Albese Volley Como ha frenato un po’, invece di esprimere il massimo sforzo. Il resto lo dice il punteggio finale, che non ha consentito alla formazione di coach Cristiano Mucciolo di tornare con almeno qualche punto in tasca ad Albese con Cassano.

«Ci siamo un po’ spente»

«Nel quarto set ci siamo un po’ spente», conferma De Nardi, comunque soddisfatta di quanto fatto vedere sul campo: «Ce la siamo giocata, abbiamo fatto bella figura. Penseremo alla prossima», racconta con la convinzione di chi sa di aver fatto «una buona partita», senza consentire alla squadra di casa di crescere come avrebbe potuto.

«È un peccato, ma ci siamo fatte valere», dice così come aveva fatto prima di lei Caterina Cialfi, rimandando alla sfida di domenica al PalaFrancescucci per vedere tutto ciò che la Tecnoteam sa dare: «Catania è una squadra che sicuramente non sta facendo bene, ma dispone di un roster forte. Sarà una bella partita», profetizza il libero albesino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}