Un ritorno per la Libertas
C’è il talento di Alberini

Primo tassello per Cantù che riabbraccia il palleggiatore. Denora: «È un giocatore completo»

Un ritorno per la Libertas C’è il talento di Alberini
Alessio Alberini, neo palleggiatore della Libertas: si tratta di un ritorno a Cantù
(Foto di Patrizia Tettamanti)

Il primo acquisto arriva al palleggio. Un ritorno importante, perché va a mettere un tassello significativo in un ruolo che, lo scorso anno, ebbe sì in Manuel Coscione un assoluto protagonista nella prima fase del torneo, ma che dopo il suo frettoloso addio a inizio 2022 portò con sé la necessità di riorganizzarsi del tutto, con i problemi che, ovviamente, ne sono conseguiti.

Tre anni dopo

Alessio Alberini è il primo, vero, ingaggio della stagione 2022-2023. Ad annunciarlo è lo stesso giocatore veneto che, già alla Pool Libertas nella stagione 2018-2019, ha deciso di tornare a Cantù per guidare la squadra nel prossimo campionato di serie A2.

Nato a Portogruaro, Alberini è un giocatore piuttosto esperto. Classe 1998, 24 anni compiuti lo scorso 3 marzo, il neo-palleggiatore canturino ha già alle spalle una discreta esperienza da mettere a disposizione della sua nuova squadra.

Un gradito ritorno, insomma, per la Libertas, accolto con favore dal neo-tecnico Francesco Denora. «Alessio – commenta l’allenatore di Cantù - è uno dei palleggiatori più talentuosi della categoria. Sono molto contento, dunque, di averlo dalla nostra parte. Avevamo molti nomi a disposizione per un ruolo delicato come questo, ma con il presidente non abbiamo avuto dubbi quando siamo andati decisi su di lui».

185 centimetri d’altezza, Alberini arriva a Cantù portando con sé il ricordo, dolce, della stagione 2018-2019. Quell’anno, sempre in A2, il regista veneto fu parte proprio in Brianza di uno dei campionati più belli della formazione di casa, con la scalata fino alla semifinale playoff contro l’Olimpia Bergamo, conclusa sì con la sconfitta, ma soltanto alla bella.

Ora si riparte da lui, con la consapevolezza che il torneo che si aprirà in autunno sarà più che mai competitivo e, quindi, ci sarà bisogno di alzare il livello, e fin dalle prime battute. La Libertas, da parte sua, non intende essere una comprimaria. L’acquisto di Alberini, in questo senso, va proprio in questa direzione, specie dopo la buona stagione della sua ormai ex squadra, l’Hrk Motta di Livenza.

«Sarà un’arma in più»

«Oltre alle abilità tecniche del ruolo, si può dire che è un giocatore completo, porta diversi punti con muro e servizio e sarà sicuramente un’arma in più per noi. La scorsa stagione è tornato in A2 dopo alcuni anni e ha dimostrato di esser maturato molto e più che pronto per la categoria. Questa sarà per lui la stagione per consacrarsi», conclude Denora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}