Una Libertas convalescente
A Casnate Mondovì fa il blitz

Sconfitta interna per la squadra di coach Battocchio

Una Libertas convalescente A Casnate Mondovì fa il blitz
Mariano ini azione, niente da fare in casa per la Libertas
(Foto di Cusa)

Niente da fare per la Pool Libertas nello scontro di ieri pomeriggio contro Mondovì. Nonostante una buona partenza, la squadra di casa non ce l’ha fatta a contenere la Synergy, pronta a impattare l’iniziale vantaggio canturino e, da lì in poi, a non dare tregua alla formazione comasca, fino a raggiungere 1-3 conclusivo che vale il sesto successo piemontese sulle dieci gare fin qui giocate tra le due società in Serie A2.

Fedeli alle richieste di coach Matteo Battocchio, che alla vigilia del match aveva chiesto di sfruttare al massimo le occasioni offerte dagli ospiti, capitan Monguzzi e compagni danno subito da fare. All’iniziale equilibrio (8-6), infatti segue una netta accelerazione di Cantù, con un balzo in avanti sul 16-12 a rompere la sensazione che le due squadre potessano in qualche modo equivalersi. Il vantaggio accumulato non è scalfito dagli avversari (21-17), che cedono il primo set sul 25-19.

Il secondo set è tirato fin da subito. Nessuna delle due formazione in campo vuole mollare di un centimetro e, anche quando un break sembra poter spingere la contesa a favore dell’uno o dell’altro (13-15), c’è subito modo per ritornare sotto. Sul 20-20 è chiaro a tutti che il rush finale sarà di quelli da vivere senza distrarsi un attimo. Mondovì prova ad andar via (20-22), ma la Libertas non si fa spaventare e frena i facili entusiasmi degli avversari (22-22); i piemontesi, però, non demordono, e trovano la forza di chiudere 22-25.

La terza frazione s’apre come le due precedenti, con Mondovì però bravo ad allungare (6-9) per obbligare i padroni di casa a inseguire. La Synergy continua a spingere (8-13), staccando nettamente i canturini, in evidente difficoltà a stare al passo (12-19). Nonostante il divario, la Libertas tenta però di rimanere aggrappata al set (18-20). L’illusione del 22-23 dura il tempo della decisione, per poi svanire di colpo: il finale dice 21-25 e il risultato è ora ribaltato.

Inizia il quarto set e, dopo l’iniziale e consueto equilibrio (7-8) la Synergy scatta alla ricerca del pugno del ko (7-12); il 10-16 successivo preannuncia la resa di Cantù, che assiste all’avanzata dei piemontesi senza riuscire a ribattere (13-21): finisce 15-25 ed è l’1-3 con il quale Mondovì sbanca il PalaFrancescucci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True