Pashutin si lascia andare  «Sì, una grande vittoria»
L’allenatore russo Evgeny Pashutin (Foto by foto Gorini/Pallacanestro Cantù)

Pashutin si lascia andare

«Sì, una grande vittoria»

Il coach canturino: «La nostra difesa è salita di livello ed è stata ottima e abbiamo giocato con passione».

Viva soddisfazione in sala stampa per coach Evgeny Pashutin dopo aver rifilato quasi 100 punti a domicilio a una delle migliori squadre difensive del campionato. «È stata una grande vittoria - dichiara l’allenatore russo - per la squadra e per i miei giocatori ai quali faccio i complimenti. Tanti complimenti anche ai tifosi che sono venuti a Trento: abbiamo sentito il loro supporto per tutta la partita. Questa giornata è stata eccellente per noi anche perché l’Aquila era in un ottimo momento di forma».

«Non è stato facile per noi l’inizio della partita - aggiunge -, abbiamo fatto fatica a contestare i loro tiri, hanno giocatori come Mian e Marble che non sono facili da fermare. Durante il match però abbiamo capito come fare a limitarli apportando i necessari aggiustamenti. La nostra difesa è salita di livello ed è stata ottima. Abbiamo giocato con passione anche se talvolta questo ci ha portati a fare errori: 19 palloni persi sono decisamente troppi. La maggior parte di questi sono arrivati nel 4° quarto in un momento delicato e per questo dobbiamo lavorare tanto in futuro per fare meglio quando siamo sotto pressione. Dobbiamo gestire meglio certi momenti delicati perché va bene giocare con passione ma dobbiamo anche fare molta attenzione in certe fasi della partita quando alcuni palloni persi possono essere fatali. Nonostante questi errori siamo comunque riusciti a vincere e a guadagnare un successo molto importante».


© RIPRODUZIONE RISERVATA