Pavan, nei 100 dorso  c’è il titolo italiano
Roncoroni (a sx.) e Pavan

Pavan, nei 100 dorso

c’è il titolo italiano

La rassegna tricolore organizzata su base regionale ha dato parecchie gioie ai nostri colori.

Niente medaglie, ma i titoli restano, in questa edizione del tutto eccezionale dei campionati Italiani di nuoto, organizzati su base regionale. I nuotatori comaschi si sono fatti valere, con ottimi risultati e alcuni titoli. Sono mancati il brivido e l’emozione confronto diretto, come succedeva negli anni precedenti al Foro Italico, quando i nuotatori impegnati in gara si sfidavano fianco a fianco in corsia: ognuno di loro ha infatti gareggiato nella propria regione per il titolo regionale.

I tempi di tutti sono stati uniti e confrontati, regione per regione, e i migliori atleti si sono guadagnati anche il titolo italiano di categoria. Ma la sostanza non cambia: i tempi sono tempi e i migliori restano negli annali della manifestazione.

Per la Como Nuoto Recoaro, grande performance nei 100 dorso per Martino Pavan nella categoria Ragazzi, che ha unito al titolo regionale anche quello italiano con il tempo di 58”22, raddoppiando con il secondo posto italiano nei 200 dorso, nuotati in 2’07”00. Bronzo italiano anche per i compagni di squadra Alberto Roncoroni nei 50 rana (28”65) e Matteo Conti nei 400 misti Assoluti (4’32”75). Un traguardo notevole per la società comasca, con ben quattro medaglie ottenute con tre atleti.

Anche la In Sport Rane Rosse, dopo il confronto dei risultati, ha piazzato un’atleta comasca sul podio: si tratta di Ludovica Patetta della sezione di Segrate, secondo tempo agli Italiani nei 400 misti Cadette (5’00”39), confermandosi tra le atlete più promettenti. Non poteva mancare, infine, un podio per la veterana Letizia Paruscio, comasca tesserata per la Canottieri Aniene, seconda tra gli Assoluti nei 100 dorso, nuotati con il tempo di 1’02”91.


© RIPRODUZIONE RISERVATA