Pecchia: «I miei idoli azzurri? Restano Basile e Gallinari»
Andrea Pecchia, 22 anni compiuti lo scorso novembre, da questa stagione alla Pallacanestro Cantù (Foto by foto Butti)

Pecchia: «I miei idoli azzurri?
Restano Basile e Gallinari»

Intervista con l’esterno della S.Bernardo-Cinelandia Cantù, pre convocato in Nazionale.

Allo stato è “soltanto” una pre convocazione, ma per lui rappresenta pur sempre la prima chiamata in maglia azzurra da senior. Il soggetto è Andrea Pecchia, classe 1997, uno dei 24 giocatori allertati dal ct della Nazionale italiana, Meo Sacchetti, per le qualificazioni a EuroBasket 2021. Nei prossimi giorni il commissario tecnico sfoltirà il gruppone sino a ridurlo a 16. E quei 16 prenderanno poi parte al raduno di Napoli per le partite ufficiali contro Russia ed Estonia, rispettivamente a Napoli il 20 febbraio e a Tallin il 23.

Ce la farà a sopravvivere ai tagli?

«E chi lo sa? Non sono stupido e mi rendo benissimo conto che la concorrenza nel mio ruolo è particolarmente agguerrita. Da Abass a Fontecchio, da Ale Gentile a Tonut e Michele Vitali, i miei “avversari” sono davvero belli tosti. Vedremo, quello che viene, viene. Senza eccessivi patemi».

E intanto?

«Intanto vedere il mio nome inserito in quella lista è stata per me una piacevole sorpresa. E pure una sorta di riconoscimento al fatto che ormai da qualche anno continuo a migliorarmi. Diciamo allora che questo “alert” ripaga il tanto lavoro a cui da tanto tempo mi sto sottoponendo».

C’è un giocatore che in maglia azzurra l’ha stregata quand’era piccino?

«Il primo è stato Gianluca Basile, semplicemente straordinario. In seguito Danilo Gallinari».

L’intervista completa sulla Provincia di giovedì 30 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA