Pecchia #iorestoacasa  «Esercizi, sudoku e attesa»
Jason Burnell e Andrea Pecchia (Foto by Andrea Butti)

Pecchia #iorestoacasa

«Esercizi, sudoku e attesa»

«Sono stato anche fortunato ad aver trovato una società come Cantù che, insieme al coach, mi ha dato la possibilità di giocare tanto»

Andrea Pecchia in diretta nazionale su Sportitalia: in collegamento Skype, l’esterno della Pallacanestro Cantù è stato protagonista della trasmissione della trasmissione “#iorestoacasa”. Intervistato dai giornalisti Alex Milone e Orazio Accomando, Pecchia ha svariato su tanti fronti, confessando quanto gli manchi il parquet: «Mi manca moltissimo, così come tutti gli aspetti della pallacanestro. Tuttavia, dobbiamo tutti impegnarci a stare a casa: non vedo però l’ora di ricominciare a giocare, con tutte le precauzioni del caso». Pecchia ha poi raccontato la sua scelta estiva di lasciare Treviglio per Cantù: «Ho deciso di fare il salto di qualità, puntando a raggiungere il massimo livello nazionale. Sono stato anche fortunato ad aver trovato una società come Cantù che, insieme al coach, mi ha dato la possibilità di giocare tanto».

Non poteva poi mancare un passaggio sulla Nazionale, saltata per colpa dell’infortunio alla caviglia: «È un sogno e resta il mio obiettivo. Ci sono molti giocatori forti ed esperti nel mio ruolo ma mai direi mai. Per le Olimpiadi c’è positività e voglia di provarci. Al preolimpico ci sarà da battere su tutte la Serbia, uno scoglio difficile da superare». La stagione con Cantù? «Sulla stagione disputata sinora sono abbastanza soddisfatto. Potevamo avere qualche punto in più in classifica ma, se consideriamo le vittorie in trasferta a Brindisi e a Milano, non pronosticabili, direi che ci si può ritenere soddisfatti».

Finale personale: «Il mio idolo è e resterà sempre Draymond Green, mentre degli italiani passati in Nba ammiro lo spirito di sacrificio. Come passo le giornate a casa? Sto cercando di tenermi in forma, a casa mi sto allenando molto grazie agli esercizi che ci fornisce il nostro preparatore fisico, ma da celiaco è difficile prendere chili… Nel tempo libero, invece, passo le ore con le parole crociate, il sudoku, le serie tv e i videogames».n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA