Pesaro-Cantù ha fatto storia Questa è la sfida numero 116
Coach Kiril Bolshakov carica i suoi (Foto by Butti)

Pesaro-Cantù ha fatto storia
Questa è la sfida numero 116

Nel computo totale, Red October avanti 63-52. Nelle Marche il dominio biancorosso invece è altrettanto netto: 33-23

Quella tra Pallacanestro Cantù e Victoria Libertas Pesaro è una sfida storica della pallacanestro italiana.

Oggi nelle Marche si giocherà infatti la centosedicesima partita tra le due formazioni con un bilancio complessivo leggermente favorevole alla Red October che si è imposta in 63 occasioni contro le 52 dei biancorossi.

Il trend è differente se si considerano solamente le gare giocate nelle Marche dove la Consultinvest si è aggiudicata 33 confronti su 56.

Il massimo punteggio complessivo è stato fatto registrare in Coppa Italia: nel 1984 l’allora Jollycolombani batté in trasferta la Scavolini Pesaro per 120 a 107. In campionato il punteggio maggiore risale al 1985/86 quando l’Arexons sconfisse a Cucciago i marchigiani per 122 a 99.

Il massimo scarto in favore della Pallacanestro Cantù è stato raggiunto nella stagione 1972/73, con la Forst di Taurisano che si impose sulla Maxmobili Pesaro di ben 59 punti, con il risultato finale di 116 a 57.

Ancora più antico il maggior divario ottenuto dai biancorossi: nell’annata 1959/60 l’allora Lanco sconfisse la Fonte Levissima per 81 a 45.

La Red October si è aggiudicata la gara di andata, disputata lo scorso 16 ottobre al PalaBancoDesio, per 77 a 68 grazie ai 17 punti dell’esterno croato Fran Pilepic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA