Princi, questa è una gioia a metà
«Sbagliato troppo in attacco»

Volley A2Lo schiacciatore classe 2000 della Libertas ha esordito da titolare «La nostra sconfitta? Assenze importanti. Ho cercato di aiutare la squadra»

Princi, questa è una gioia a metà «Sbagliato troppo in attacco»
Ismael Princi, 21 anni, schiacciatore della Pool Libertas Cantù all’esordio da titolare
(Foto di Cusa)

A 21 anni d’età ha fatto il suo esordio da titolare nella Pool Libertas. Un battesimo del fuoco non proprio fortunato il suo, con la sconfitta in casa per 0-3 subita contro l’Emma Villas Aubay Siena e la sensazione che, ancorché rimaneggiata a causa delle molte defezioni, la formazione di coach Matteo Battocchio avrebbe forse potuto provare a portare a casa qualche punticino in più nella penultima giornata del girone d’andata.

«Formazione diversa»

Ismael Princi, schiacciatore classe 2000 di Cantù arrivato la scorsa estate da Macerata, non è soddisfatto del tutto della prova messa in campo a Casnate con Bernate. «Abbiamo giocato con una formazione diversa dal solito», commenta pensando alle «assenze importanti» che hanno caratterizzato l’ultimo match in casa dell’anno: oltre a quelle consolidate di capitan Dario Monguzzi e del suo vice Luca Butti, contro l’Emma Villas Aubay hanno infatti dovuto fermarsi anche Riccardo Copelli e Felice Sette.

«Ciò non toglie che abbiamo sicuramente sbagliato troppo in attacco e questo ci ha penalizzato», prosegue il numero 14 nato a Gorizia, autore di 12 punti personali e, conseguentemente, secondo scorer di giornata per la Libertas alle spalle di Matheus Motzo, che ha chiuso il match con 16 punti a referto.

Da una parte, dunque, per Princi c’è la gioia per il debutto fin dall’inizio. «Sono contento», afferma con lo sguardo di chi sa, comunque, di aver fatto un piccolo grande passo per la sua carriera sportiva. Dall’altra, però, non manca la consapevolezza circa la prestazione non del tutto convincente della squadra nel suo complesso, che ha dunque lasciato nelle mani di Siena tutti e tre i punti sul piatto.

«Un sacco di rammarico»

«Quando ci sono questi risultati c’è comunque un sacco di rammarico. Pensiamo alla prossima», è la ricetta di Princi, che sottolinea quanto abbia «cercato di dare un contributo alla squadra in difficoltà», in attesa del rientro dei titolari.

Archiviato insomma il ko interno, per la Pool Libertas è già tempo di concentrarsi sul prossimo incontro, l’ultimo del girone d’andata. In programma nella serata di Santo Stefano ci sarà il derby di Brescia contro la Gruppo Consoli McDonald’s che, a seconda del risultato del posticipo di questa sera tra Motta di Livenza e Lagonegro, potrebbe essere decisivo per la qualificazione in Coppa Italia, ovvero soltanto utile per stabilire la griglia d’accesso alla stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA