Proserpio, Cairoli e Boleso  È un magico tris comasco
Simone Cairoli impegnato nel salto in alto: ha conquistato il titolo a Mantova

Proserpio, Cairoli e Boleso

È un magico tris comasco

APiovono medaglie sulla numerosa pattuglia comasca impegnata a Mantova nei campionati regionali

Giacomo Proserpio nel martello e Simone Cairoli nell’alto hanno conquistato la maglia di campione regionale tra gli Assoluti. Doppietta per Clarissa Boleso, nella 4x100, oro tra i grandi e le Junior.

Dalla pista di Mantova è arrivato anche il “triplete” d’oro tra gli Junior con Andrea Trevia (3.000 siepi), Paola Corradi (400 ostacoli) e Samuele Castagna (peso). A segno nelle Promesse Davide Pirolo nel martello. Doppio argento nella velocità per Davide Marelli (100 e 200). È un buon bottino per l’atletica comasca, nel regionale unificato delle tre categorie, compresso a causa della pandemia. Iniziamo dai big.

Il titolo regionale nell’alto è solo un “surplus” per Simone Cairoli. Il decathleta di Villa Guardia, alle prese con i postumi di un infortunio, si è dedicato ai concorsi. Nell’alto ha vinto con un ottimo 2,04 passato al secondo tentativo. Poi è stato quinto nel peso con 12,98. Non poteva fare altro che vincere Giacomo Proserpio. Il martellista di Figino non aveva avversari che potevano impensierirlo. La misura di 68,26 che gli ha consegnato l’oro, non lo soddisfa del tutto, visto che puntava ad andare oltre il muro dei settanta.

La scuola marianese del martello, ha premiato anche Davide Pirolo, al titolo regionale tra le Promesse con 51,69. Tre soddisfazioni individuali tra gli Under 21. Successo comasco nei 3.000 siepi. Andrea Trevia, grazie al 9’49”35 è il re della sua categoria. Il portacolori del Cus Insubria Varese/Como, allenato da Luca Merighi, stacca anche il minimo per i campionati italiani di Modena, del prossimo ottobre.

Oro anche per Paola Corradi (Atl. Rovellasca) terza assoluta (e quindi di bronzo) nei 400 ostacoli ma soprattutto prima tra le Junior in 1.07”56. L’ultimo sigillo arriva nel peso da 6 kg per Samuele Castagna. Al portacolori del Cus Pro Patria Milano, basta un lancio a 15,24. Nella prima giornata protagonista Clarissa Boleso. La luraghese ha conquistato due titoli con la staffetta 4x100 dell’Atletica Lecco (assoluto e junior) e il bronzo nei 400 piani.

La comasca è stata stoica:nella prova individuale ha accusato un piccolo risentimento muscolare che le ha impedito di puntare all’oro tra le junior (59”62 il tempo), ma ha stretto i denti e si è presentata nella staffetta, diventando bi-campionessa lombarda (47”44 il crono).

Doppia medaglia anche per Davide Lunghi. Il portacolori dell’Atletica Mariano nei 400 chiude al terzo posto assoluto con il tempo di 50”71 che gli consegna anche l’argento tra gli Juniores. A Mantova in gara anche Davide Marelli nelle vesti di velocista. Il capiaghese sabato arriva all’argento nei 100 metri, con un ottimo 10”74 (terzo tempo personale in carriera) alle spalle di Marco Martini (10”61). Il portacolori della Bernatese nelle batterie ha corso in 10”85. 4° tra le Promesse Davide Arrighi (Rovellasca, 11”25). Ieri è ancora secondo nei 200, in 22”15 alle spalle di Moussa Ndiaye (22”04). Niente male per un quattrocentista.


© RIPRODUZIONE RISERVATA