Quanti bei nomi  al “Città di Como”
Martino Pavan e coach Scorza

Quanti bei nomi

al “Città di Como”

Nel fine settimana l’olimpionica di Muggiò ospiterà il tradizionale meeting. In gara anche alcuni big.

Doppia cifra tonda per il trofeo “Città di Como”. È la quindicesima edizione, che cade nell’anno del centenario della Como Nuoto. Sabato e domenica riaprirà la piscina olimpionica di Muggiò - chiusa in questi giorni per una danno alla vetrata - per ospitare il tradizionale meeting che mantiene inalterato il suo smalto, continuando ad attrarre un grande numero di società e di atleti. Saranno almeno mille i ragazzi impegnati nella due giorni in acqua, per cimentarsi in circa 2.500 gare. Saranno 31 le società che si confronteranno, in arrivo principalmente dalla Lombardia, dalla Liguria e dalla Svizzera.

Sabato sarà dato spazio ai più piccoli, con le gare delle categorie Esordienti A e B, domenica sarà la volta degli atleti di categoria - Ragazzi, Juniores, Cadetti e Senior - in gara, al di là delle medaglie, per migliorare le proprie performance. Non mancheranno talenti e prospetti interessantissimi del mondo del nuoto.

Attesi a Muggiò campioni del nuoto giovanile e assoluto, come i medagliati ai recenti campionati regionali, ai Criteria di Riccione e gli atleti di assoluto livello come Erika Musso, medaglia d’argento nella 4x200 stile ai mondiali di Kazan e Nicolò Martinenghi, detentore del record italiano dei 100 rana, nonché plurimediagliato ai campionati mondiali giovanili e ai campionati italiani assoluti.

La Como Nuoto gioca in casa e - di conseguenza - sarà presente in forze, con circa 80 atleti e con tutte le sue punte di diamante. Tra gli Esordienti saranno in gara le atlete che hanno partecipato alle finali dei recenti campionati regionali lombardi, vale a dire Ema Buzi, Asia Coccioli, Anna Diamante e Giada Vignoli, mentre tra i Categoria ci sono tutti i nuotatori che hanno partecipato ai Criteria di Riccione nello scorso mese di marzo: Susanna Bernasconi, Beatrice Borghi, Ilaria De Biase, Matteo Conti, Manuel Santoianni e soprattutto Martino Pavan, vincitore in Romagna di due medaglie nella categoria Ragazzi: argento nei 200 misti e bronzo nei 200 rana ragazzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA