Venerdì 01 Agosto 2014

Quella roccia di Johnson-Odom

Ecco qui il nuovo play di Cantù

Joe Ragland, play di Cantù e ora giocatore di Milano, sarà sostituito in biancoblù da Darius Johnson-Odom

Habemus playmaker. Cantù ha infatti firmato il giocatore americano chiamato a interpretare il ruolo nel basket convenzionalmente più delicato, quello di play, appunto.

Si tratta di Darius Johnson-Odom, 97 chili di muscoli racchiusi in 187 centimetri, 25 anni il prossimo settembre. Nativo del North Carolina (Raleigh), college a Marquette da dove è uscito nel 2012, seconda scelta dei Dallas Mavericks, ma la Nba non l’ha assaggiata in Texas bensì in California ai Los Angeles Lakers.

Non si tratta di un play puro quanto a innata propensione per la costruzione del gioco, ma piuttosto di una “combo”, vale a dire di un esterno in grado di giocare sia da “1” sia da “2”; viene descritto come un giocatore molto atletico che combina il fisico compatto e muscoloso alla grande velocità. Questa spiccata fisicità gli consente di attaccare molto forte il ferro e di correre velocemente il campo.

La versione completa dell’articolo sull’edizione de La Provincia in edicola sabato 2 agosto

© riproduzione riservata