Red October in anticipo a Reggio  Non semplice ma si può anche fare
Randy Culpepper, punta di diamante della Red October (Foto by foto Butti)

Red October in anticipo a Reggio

Non semplice ma si può anche fare

In campo questa sera alle 20.30 al PalaBigi. La Grissin Bon ha vinto quattro delle ultime sei gare. Thomas verso il rientro.

Se a inizio stagione la trasferta odierna a Reggio Emilia per affrontare la Grissin Bon poteva essere ritenuta una tra le più proibitive in assoluto di questo campionato, ora invece - all’altezza della giornata numero 13 di serie A - l’appuntamento viene osservato e valutato con un altro spirito.

Colpa della Reggiana che viaggia in grave ritardo rispetto alle attese della vigilia (clamorosa, in tal senso, la ripercussione che sta avendo l’incidenza delle prime sei sconfitte consecutive), ma pure merito della Pallacanestro Cantù che alla faccia delle vicissitudine societarie che hanno a lungo minato l’ambiente sta tenendo un passo gara decisamente competitivo.

Se Reggio ha vinto quattro delle ultime sei partite (ma nell’ultima, a Torino, è stata letteralmente spazzata via), la Red October ha conseguito la metà dei successi nella dozzina di match disputati, inclusi un paio di colpi esterni quali quelli a Pistoia e a Torino.

Snodo Coppa Italia

Se per i biancorossi d’Emilia l’ipotesi Final Eight di Coppa Italia è, appunto, nulla più di un’ipotesi, per i biancoblù di Brianza costituisce invece un’eventualità assai plausibile e credibile. Che diverrebbe pressoché realtà nel caso di un’affermazione questa sera al PalaBigi (palla a due alle 20.30, sfida affidata alla terna Sabetta, Aronne, Boninsegna e che godrà della diretta su Eurosport 2) in quella che rappresenta l’ultima gara del 2017.

Coach Sodini dovrebbe riuscire a recuperare Thomas - all’indomani di un infortunio al piede i cui contorni hanno un non so che di che misterioso - e dunque Cantù si presenterebbe al completo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA