«Ripartire al massimo  entro il mese d’ottobre»
Gianni Petrucci, presidente della federazione italiana pallacanestro

«Ripartire al massimo

entro il mese d’ottobre»

Esplicito l’invito della federazione pallacanestro. Al vaglio la creazione di speciali mascherine. La Fip ha intanto disposto un intervento complessivo di 6.7 milioni di euro per il settore.

Per contrastare la crisi derivante dall’emergenza coranavirus, la federazione pallacanestro ha determinato un intervento complessivo di 6.7 milioni di euro così suddivisi: 4 milioni di euro in tasse da non versare per le società nella stagione 2020/2021, 2 milioni di euro di premialità confermate da destinare alle società aventi diritto e 700mila euro destinati ai Comitati regionali per le attività sportive del territorio. E nonostante non sia stato possibile portare a termine i campionati maschili e femminili, la Fip erogherà regolarmente 2 milioni di euro di premialità previsti per questa stagione a tutte le società aventi diritto.

Il Consiglio federale della Fip, che si è tenuto ieri in videoconferenza ha altresì stabilito di dare la possibilità alle società di serie A, serie A2 e B maschile di richiedere il riposizionamento in un campionato diverso da quello per cui vantano diritto sportivo entro il 15 giugno.

Il presidente Petrucci ha inoltre invitato le leghe a stabilire quanto prima le date per lo svolgimento delle gare ufficiali per la stagione 2020/2021 per poter permettere al prossimo Consiglio federale di deliberarne l’approvazione. L’indicazione data dalla Fip è quella di far ripartire le gare ufficiali entro ottobre.

In osservanza delle normative emanate dal Governo, e rispettando gli studi del Politecnico di Torino sulle diverse discipline sportive tra cui la pallacanestro, la FIip sta valutando la possibilità di far svolgere attività sportiva in condizioni di sicurezza già nel periodo estivo. A questo proposito la Fip ha istituito una collaborazione proprio con il Politecnico di Torino per affiancare il pool di esperti messo a disposizione dall’ateneo piemontese. Al vaglio la creazione di speciali mascherine che consentano al contempo una buona respirabilità e la prevenzione della diffusione del contagio

D’intesa con le leghe, la scadenza per l’iscrizione al campionato professionistico di serie A e ai campionati nazionali non professionistici maschili e femminili dovrà essere formalizzata entro il 31 luglio. In pari data scadrà anche l’iscrizione al campionato professionistico di serie A e ai campionati nazionali dilettantistici maschili e femminili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA