Rottoli giocherà il torneo   più celebre al mondo
Lorenzo Rottoli accanto a un fierissimo papà Fabrizio

Rottoli giocherà il torneo

più celebre al mondo

Il giovanissimo canturino convocato dalla Fit per l’Orange Bowl di Miami categoria Under 14.

Da quando ha soltanto 5 anni d’età Lorenzo Rottoli fa della sua passione, il tennis, una vera e propria ragione di vita. Lo ha fatto inizialmente seguendo le orme del padre Fabrizio, giocatore di buon livello prima e ora suo allenatore personale; lo sta facendo a maggior ragione oggi, quando, a distanza di 8 anni dai primi colpi - è nato nel 2002 - è stato convocato dalla federazione italiana per l’Orange Bowl di Miami, il torneo tennistico più importante al mondo per la categoria Under 14.

Un mese tondo tondo di esperienza Usa, del resto, non è affare per tutti, con l’Orange come appuntamento di punta, ma anche con una serie di altre occasioni prestigiose - una su tutti, la visita all’Accademia del grande Nick Bollettieri, all’interno della quale la pattuglia di nazionali giocherà una settimana intera - prima del rientro nel Bel Paese.

Partenza in “solitaria” (i ragazzi saranno seguiti soltanto dallo staff federale) sabato 21 novembre; rientro in Italia, poco prima delle feste di Natale, il successivo 20 dicembre.

Dopo essere stato campione europeo Under 12, dunque, Lorenzo si appresta ad affrontare i migliori, un’occasione «che nemmeno ci aspettavamo» - ammette candidamente il padre-allenatore, Fabrizio Rottoli - considerato il fatto che l’Orange è un torneo Under 14 e che il tennista canturino, invece, ha un anno in meno degli altri, vale a dire soltanto 13.


© RIPRODUZIONE RISERVATA