Lunedì 13 Ottobre 2014

Sacripanti fa i calcoli

«Perso con i tiri liberi»

Pino Sacripanti
(Foto by Varese Press)

Pino Sacripanti non riesce a ripetere con la sua squadra il successo di un anno fa, ma guarda avanti con il time out a 4” dalla fine pensando all’eventuale differenza canestri e poi commenta la partita iniziando da un’analisi delle cifre del match: «Abbiamo segnato un canestro da due in più, gli stessi da tre dei nostri avversari ai quali vanno i meritati complimenti perché nel complesso hanno giocato meglio di noi». La differenza viene quindi, per il coach canturino «dagli undici tiri liberi segnati in più da Varese, che ha sfruttato bene la differenza fra i 34 liberi concessi a loro contro i nostri 18. Ma sia chiaro che non è una polemica la mia, solo una constatazione numerica: Varese è stata più brava di noi nell’attaccare il canestro e nel far saltare le nostre rotazioni difensive. Ed in più noi siamo stati ingenui nei primi tre quarti ad andare rapidamente in bonus con falli banali».

© riproduzione riservata