Sassari vince a Cantù  Ma la Vitasnella c’è

Sassari vince a Cantù

Ma la Vitasnella c’è

Esce a testa alta la squadra di Corbani nella sfida contro i campioni d’Italia (75-86)

ACQUA VITASNELLA CANTU’ 75

BANCO SARDEGNA SASSARI 86

ACQUA VITASNELLA: Hall 11, Heslip 15, Abass 7, Ross 23, Berggren 5; Laganà 1, Wojciechovski 3, Tessitori 4, Hasbrouck 6, Nwohuocha. N.e.: Zugno, Cesana. All.: Corbani.

BANCO SARDEGNA: Haynes 21, Logan 17, Eyenga 6, Petway 10, Varnado 14; Devecchi, Alexander 8, Sacchetti B. 5, Stipcevic 5. N.e.: Formenti, D’Ercole, Marconato. All.: Sacchetti R.

Note - Parziali: 12-19, 36-48, 54-65; t.l.: Vitasnella 14/26, Banco 6/7; t.2p: Vit 14/39, Ban 28/38; t.3p: Vit 11/28, Ban 8/26. Nessun uscito per falli; tecnico a Eyenga al 17’30” (26-43); antisportivo a Tessitori al 19’15” (36-46) e a Varnado al 24’ (42-53). Spettatori: 3.390, incasso 38.523 euro.

Esce sicuramente a testa alta Cantù dal confronto con la squadra campione d’Italia e ormai prossima all’esordio in Eurolega. Insomma, un’antagonista extra large e decisamente fuori portata, non certo l’ideale per pensare di smuovere la classifica in questo primo appuntamento interno della stagione. Eppure, la Vitasnella questa sfida se l’è giocata (62-67 lo score al 33’), dimostrando che al di là degli evidenti limiti tecnici e di una qualità certamente inferiore a quella di Sassari, poi sul campo prova davvero a mettere tutta se stessa. Purtroppo, Logan e soprattutto Haynes sul più bello hanno spento l’incendio che Ross e soci stavano cercando di alimentare dopo averlo appiccato. I punti nel pitturato (24 contro 48) hanno fatto la differenza, con i lunghi di Corbani raramente in grado di provocare insidie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA