Sci comasco da podio        Giornata super a Bormio
Pietro Motterlini (al centro) e Luca Bianchi (a dx) nella foto di Lariosport

Sci comasco da podio

Giornata super a Bormio

Oro per Bertani e Motterlini (Ski Lenno), bronzo e argento per il canturino Luca Bianchi (Sci Lecco) in gare che hanno confermato il talento dei lariani

Ski racing camp Lenno “uber alles” a Bormio. Nel gigante lo sci club del lago ha portato sul gradino più alto del podio Luisa Bertani nel femminile e Pietro Motterlini nel maschile. Grande soddisfazione anche per il canturino Luca Bianchi (casacca Sci Lecco) terzo nell’assoluta e argento tra gli Aspiranti. Un successo con un vantaggio oceanico per Luisa Bertani, che ha inflitto un gap di quasi due secondi alla più brava delle avversarie; vittoria di precisione (tre centesimi sul secondo) per Pietro Motterlini.

È stata una giornata da incorniciare per lo Ski racing camp Lenno, in un gigante di spessore internazionale, sia nel femminile che nel maschile. Luisa Bertani ha ipotecato l’oro nella prima manche, dove ha dimostrato di essere di un’altra categoria.

Nella seconda ha completato l’opera chiudendo con un vantaggio di 1”53 sulla svizzera Delia Durrer (che venerdì l’aveva preceduta nel primo gigante di Bormio) e di 1”97 sulla britannica Sara Woodward. L’allieva del coach di Brunate, Corrado Castoldi, sta attraversando un periodo di super forma:ieri è salita sul podio per la quarta volta consecutiva (due ori, un argento ed un bronzo) nelle ultime quattro gare. Niente di strano però per un’atleta che ha fatto “tredici” (sono le partecipazioni) alla Coppa del Mondo, sempre tra i pali larghi. Anzi il rammarico è di non poterla vedere anche quest’anno nel più importante circuito del Circo Bianco.

È ormai una certezza Pietro Motterlini. Anche lui milanese, anche lui un prodotto del vivaio dello Ski Lenno. Non era facile proporre il bis immediato (si era imposto venerdì), ma lui c’è riuscito. Primo dopo la prima manche, ha rischiato nella seconda, riuscendo però a conservare 3 centesimi su Valerio Pedroncelli. Per l’allievo di Castoldi è il terzo oro stagionale assoluto.

La lista di successi è più lunga nella sua categoria di appartenenza, quella degli Aspiranti (è al secondo anno, essendo un classe 2004). A proposito di classe, la sua è decisamente cristallina. Lo stesso discorso vale per Luca Bianchi. Il canturino è letteralmente esploso nelle ultime settimane e il bronzo di ieri (a 44 dalla vetta) è la miglior conferma. Il portacolori del Lecco si è preso anche la soddisfazione di intascare l’argento tra gli Aspiranti e tanti punti Fis.

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA