Sfida verità per la Briantea  Finale scudetto da acciuffare
Ahmed Raourahi, italo-marocchino della Briantea (Foto by Fabrizio Diral)

Sfida verità per la Briantea

Finale scudetto da acciuffare

Basket in carrozzina - A Seveso gara-3 di semifinale contro Roma

Sfida da dentro o fuori per la UnipolSai Briantea84, impegnata questa sera al palazzetto dello sport di Seveso per gara tre delle semifinali playoff contro il Santa Lucia Roma.

Palla a due alle 20.30 per questa “classica” della pallacanestro in carrozzina italiana degli ultimi anni, che decreterà la sfidante della Deco Group Amicacci Giulianova per lo scudetto 2017/2018. Romani e canturini sono in perfetta parità con i rispettivi fattori campo saltati nelle prime due partite: 50-51 dopo un tempo supplementare a Seveso all’andata e 47-58 nella Capitale al ritorno.

I brianzoli vengono dall’ottima prova in gara due con il 45% dal campo e un Adolfo Berdún in doppia doppia in casa della Fondazione: 17 punti e 13 assist. Il Santa Lucia però può contare sul momento di grazia della coppia formata da Matteo Cavagnini e Cristian Fares: 39 punti per il primo e 28 per il secondo nelle due semifinali contro la UnipolSai.

«Ora ci giochiamo il tutto per tutto dopo la buona affermazione sul campo di Roma - spiega l’allenatore biancoblù Marco Bergna -. Non possiamo permetterci passi falsi, perché la posta in palio è troppo alta. È una partita da dentro o fuori. In gara due abbiamo imposto il nostro gioco, sia in attacco sia in difesa, dimostrando di essere una squadra altamente competitiva». «I ragazzi sono stati chiamati a una prova importante, rispondendo presenti - chiosa Bergna -. È venuta fuori la Briantea84 che conosco».

Come si accennava, già qualificata alla finale scudetto 2018 la Deco Amicacci Giulianova, capace di imporsi per 2-0 sulla sfidante Santo Stefano Sport Ubi Banca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA