Si torna a remare (ma in singolo)  Acque libere al Centro Remiero
Le uscite sul lago sono previste soltanto in singolo

Si torna a remare (ma in singolo)

Acque libere al Centro Remiero

La federazione ha dettato le regole per la ripartenza. Quaglino: «Riprenderà la preparazione a Pusiano».

Oggi si ritorna finalmente in acqua. È un ”liberi tutti”, ma con tutte le cautele e limitazioni contenute nel “protocollo” della Federazione Italiana Canottaggio, che detta le linee guida per la ripartenza delle attività sportive individuali, esclusivamente in singolo. «Il protocollo – commenta Fabrizio Quaglino, presidente della Fic Lombardia –è molto razionale in quanto costituisce un primo passo importante per il graduale ritorno alla normalità, quindi siamo tutti tenuti alla stretta osservanza».

Riapre anche il Centro Remiero Lago di Pusiano? «Abbiamo approfittato del lockdown per fare le manutenzioni interne, ma attualmente sono ancora chiusi la palestra e gli spazi di ritrovo. Funzionano solo i servizi utilizzati dagli atleti di interesse nazionale che già da settimana scorsa sono venuti ad allenarsi. Questa settimana riprenderanno la preparazione negli spazi all’aperto e sul lago anche i vogatori con i loro allenatori di Lario, Moltrasio e Cernobbio. Ovviamente a gruppi di 30 persone e uscite solo in singolo».

Quando è prevista la ripresa delle gare? «Spero che tutto vada bene e che si possa partire dagli appuntamenti confermati del sedile fisso: la gara nazionale del 26 luglio e i campionati italiani del 5 e 6 settembre. Nel weekend del 12 e 13 settembre ci sarà la nostra gara regionale dello scorrevole e il 26 e 27 settembre i campionati italiani Voga in Piedi. A dicembre, dopo la nazionale di Sabaudia, svolgeremo una regionale open di gran fondo».

Sulla ripresa delle uscite in barca è soddisfatto anche Stefano Fraquelli, allenatore della Lario e responsabile del gruppo olimpico femminile. «Questa è una bella cosa – dice - per cercare di far riprendere ai ragazzi quella quotidianità che ormai è stata persa. Speriamo di non avere troppi contraccolpi dal punto di vista dalla motivazioni in quanto allenarsi senza obiettivi vicini, per un agonista è molto difficile».

Diverso il discorso, invece, per il ritorno nelle sedi sociali, tutte ancora chiuse. Franco Checola della Tremezzina già da una settimana segue le uscite in barca sulle acque di Lenno dell’azzurra Greta Martinelli e da oggi porterà fuori a turno gli altri in singolo. Lo stesso faranno sul lago con gli atleti più piccoli la Cernobbio e la Bellagina. Rimandata di una settimana, invece, l’uscita in barca della Menaggio, in attesa dell’ok della Riserva del lago del Piano, sede abituale degli allenamenti.n 
Gianfranco Casnati


© RIPRODUZIONE RISERVATA