Simoncini in gara a 63 anni Con la voglia di un tempo
Mauro Simoncini

Simoncini in gara a 63 anni
Con la voglia di un tempo

Alle spalle il secondo mandato da sindaco di Valmorea, ha deciso di tornare ai vecchi amori

Terminato il secondo mandato di sindaco, Mauro Simoncini ha deciso di ritornare a tempo pieno alle sue attività preferite: le corse e la sua azienda, l’ Advanco, di produzione compensati in vetro resina e fibra di carbonio per l’industria automobilistica e nautica. Lavora soprattutto per Lamborghini, Lotus, Bmw e Renault.

A 63 anni, l’ex primo cittadino di Valmorea a oggi ha già sommato in carriera 670 gare, delle quali 9 mondiali (spicca la vittoria di gruppo A del Rally di Sanremo 1992 alla guida della Hyundai con il compianto Giampiero Brusadelli alle note) e ben quindici 24 Ore del Nurburnring partecipate e portate a termine. Tanto che ormai il mitico circuito tedesco è diventato la sua seconda casa, dove c’è stato anche recentemente, non per correre, ma per essere premiato sul palco come vincitore della classe oltre 2000 cc. e secondo assoluto del campionato tedesco Rcn Light.

«Sono stato in testa per tutto il campionato, ma ho mancato il primo assoluto – dice – perché all’ultimo giro dell’ultima gara la mia Bmw Z4 3000 ha perso olio per un problema al cambio. Ho continuato comunque fino al traguardo e, pur essendo arrivato davanti alla mia avversaria tedesca, Andrea Heim, è stato assegnato a lei il primo posto assoluto per il gioco degli scarti, in base al regolamento stabilito dall’organizzatore, che non mi ha pienamente convinto, ma che ho comunque accettato».

Acqua passata. Mandato in archivio il 2019, adesso Simoncini si sta preparando alla nuova stagione con più forti motivazioni e con obiettivi ambiziosi, impegnando a tutto campo la scuderia da lui fondata nel 1985, la Lanza Motorsport , che gestisce con i soci l’attività dei propri piloti, disponendo di una ventina di vetture da competizione.

«Farò da solo ancora il campionato Rcn Light con l’obiettivo di vincere sia l’assoluta sia la classe. Il 2020 segna anche i vent’anni della mia presenza al Nurburgring – spiega – e mi vedrà correre la mia 16esima 24 ore a maggio con Bruno Barbaro, Alberto Carrobbio e Ugo Vincenzi. La Bmw Z4 3000 è sempre disponibile ma ho anche acquistato il motore di una Porsche 997 Turbo, che sto assemblando e che probabilmente utilizzerò».

Ad oggi è arrivato a quota 670 gare. Punta a 1000 in carriera? «La vedo molto dura arrivarci. Comunque per ora non ho alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo. Quest’anno farò anche qualche gara di Coppa Italia GT e di auto storiche, con le vetture disponibile in scuderia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA