Sodini fa le carte al derby  «Tremendo il gap fisico»
Marco Sodini, toscano di Viareggio, è stato quest’anno l’assistente di Kurtinaitis, Bolshakov e Recalcati

Sodini fa le carte al derby

«Tremendo il gap fisico»

Parla l’assistente di coach Recalcati: «Assicuro che nessuno di noi vuole chiudere male ma se giochiamo bene entrambe non vinciamo mai».

«Incontriamo la miglior squadra del campionato. Non sono io a sostenerlo, A dirlo, bensì sono le voci statistiche. Lo dice altresì il fatto che è prima in classifica matematicamente già da qualche giornata. Lo dice la loro struttura. Lo dice la partecipazione all’Eurolega».

Carlo Recalcati ha delegato il suo assistente Marco Sodini a tener botta nella conferenza di presentazione del derby di domani al Forum alle 20.45.

«Né noi né loro abbiamo più alcuna motivazione di classifica - fa presente Sodini -, ma la distanza tecnica, tattica e fisica tra le due squadre è quella che con verità ha espresso il campionato. Apparentemente per noi è una partita chiusa, anche se concordo con le parole pronunciate in una recentissima dal nostro capitano (Craig Callahan, ndr) in cui spiega che nessuno di noi è contento di questa stagione - e non potrebbe essere diversamente - però allo stesso tempo nessuno vuole chiudere malamente. Da parte mia metto la mano sul fuoco sull’impegno che metteremo domenica per provare a chiudere in maniera corretta anche se portare a casa il risultato resta obiettivamente un traguardo difficile da conquistare. Se noi giochiamo bene e loro pure non vinciamo mai. Milano è al completo e l’unica realistica forma di vantaggio che potremmo avere è che in un’ottica di preparazione ai playoff loro potrebbero essere un po’ più imbarcati dai carichi di lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA