Sodini: «Nel derby una Cantù coraggiosa e aggressiva»
Marco Sodini, assistente allenatore di Cantù

Sodini: «Nel derby una Cantù
coraggiosa e aggressiva»

Le parole dell’assistente di coach Bolshakov in vista di Forst-EA7 Milano di martedì.

L’influenza che ha colpito in settimana la Pallacanestro Cantù non ha risparmiato nemmeno il coach della Forst, Kiril Bolshakov, sostituito ieri sul campo, ma anche in conferenza stampa, dal vice Marco Sodini che ha parlato del derby contro l’EA7 Emporio Armani Milano.

Come si prepara una gara come quella contro l’EA7 Emporio Armani Milano?

«Dobbiamo partire da due dati di fatto. Il primo aspetto è che ci sarà una presenza di pubblico che ci può spingere e dobbiamo sentirla e farla nostra. La seconda cosa è che dobbiamo essere coraggiosi sul campo e quindi essere aggressivi nel limitare le capacità dei nostri avversari più ancora di quello che abbiamo fatto fino a questo momento. A Trento la nostra intensità è stata maggiore rispetto alle gare precedenti, ma non è sufficiente perché se Milano disputa una prestazione come quella contro il Fenerbahce noi dobbiamo innalzare ulteriormente il nostro livello di competizione».

Giocare come contro Trento può bastare?

«Non sarà sufficiente, perché se Milano disputa una prestazione come quella contro il Fenerbahce noi non possiamo competere». Potrebbe, in questo senso, essere decisiva una partenza forte: «Loro arrivano da una grande partita in Turchia, ma hanno perso: se noi riusciamo a farli sbattere subito contro un muro, possiamo far crollare qualche loro certezza. Ma l’obiettivo vero è riuscire a spalmare la nostra intensità sui 40’».


© RIPRODUZIONE RISERVATA