Sodini: «Perdonateci la marachella  E sosteneteci contro Brindisi»
Confidenze tra Marco Sodini e capitan Jeremy Chappell (Foto by foto Butti)

Sodini: «Perdonateci la marachella

E sosteneteci contro Brindisi»

Le parole dell’allenatore della Red October in vista del match decisivo di mercoledì a Desio contro il quintetto pugliese.

Coach Marco Sodini in vista del match di mercoledì in casa contro Brindisi, decisivo per l’approdo ai playoff da parte della Red October: «Sbagliato pensare che Brindisi sarà demotivata, da quando c’è coach Vitucci non ha quasi mai dato segni di cedimento. Giocheranno con la mente libera, il che spesso significa performance di alto livello. Perso Moore, il genio della squadra, Brindisi è stata ridisegnata su canoni improntati all’ordine e all’organizzazione. Mi aspetto che cercheranno di limitare la nostra corsa, aspetto in cui dovremo fare molto meglio rispetto a domenica. Dovremo quindi essere aggressivi, cercando di imporre i nostri ritmi, tenendo presente che la concentrazione e le motivazioni saranno un fattore importantissimo».

Quindi saranno due punti da conquistare e non sarà semplice. Come del resto dimostra la storia di questa squadra: «Noi siamo nati per soffrire. Chi pensava che Capo d’Orlando e Brindisi a fine stagione fossero due scorciatoie per i nostri playoff si sbagliava. Ma, questo è certo, faremo di tutto per arrivarci: sotto pressione, la squadra ha dato prova di cavarsela bene. E invito chi ci ha criticati, anche giustamente, dopo Capo d’Orlando, a venire a Desio mercoledì. Sono le stesse “formichine” che a suon di risultati abbiamo fatto tornare al palazzetto: spero ci perdonino la “marachella” che abbiamo combinato in Sicilia e ci sostengano come buoni padri di famiglia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA