Sodini: «Preparata bene

Poi chiedete a Chappell»

Il coach della Red October commenta il successo contro Trento: «Jeremy ha detto che siamo da prime quattro. Bella responsabilità, ma aveva ragione».

Sodini: «Preparata bene Poi chiedete a Chappell»
Sodini “chiama” un cambio: in effetti, dal derby Cantù è cambiata...

Coach Marco Sodini nel dopo gara offre l’analisi della partita, un’analisi che però parte da qualche giorno prima: «Dovete immaginare -si rivolge così il coach ai suoi interlocutori- l’inizio della settimana dopo la sconfitta di Varese: pensate che ci sia stato un contraccolpo negativo? Invece la squadra ha lavorato in palestra con intensità e continuo agonismo, tant’è vero che ho detto ai giocatori che allenandosi così non potevamo non avere riscontri positivi». E secondo il tecnico biancoblù questi riscontri si sono visti oggi: «Abbiamo sofferto fisicamente Trento e, nonostante abbiano cambiato qualcosa nell’organico, la Dolomiti ha un proprio ’sistema’ ben definito: bene, siamo stati capaci di fare tutte le cose di cui avevamo parlato in settimana, rimediando a qualche carenza, come i problemi a rimbalzo affrontati ma non ancora risolti, reagendo alle difficoltà nella maniera giusta».

E Sodini va quindi a toccare le individualità di questa Red October: «Ad esempio Culpepper oggi ha avuto una cattiva serata in attacco, ma ci ha dato un contributo di intensità difensiva e a rimbalzo, così come Thomas. E c’è poi una persona che questa settimana ha dichiarato che possiamo finire fra le prime quattro: Jeremy Chappell si è preso una bella responsabilità ma la sua risposta è stata quella che avete visto, una partita super sui due lati del campo. Lui non è un chiacchierone, ma è un vero e proprio leader emotivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}